Scadono oggi diverse comunicazioni all’Anagrafe Tributaria

di Redazione Commenta

La giornata odierna non rappresenta solamente la conclusione del mese di aprile, ma anche il termine ultimo scelto dalla nostra amministrazione finanziaria per diverse comunicazioni da indirizzare alla cosiddetta Anagrafe Tributaria. Cerchiamo di capire meglio di cosa si tratta. Le comunicazioni in questione sono quelle relative allo scorso anno e che si rivelano utili per migliorare l’accertamento dell’Agenzia delle Entrate.

In effetti, si sta facendo riferimento a informazioni molto importanti, in primis gli interessi passivi sui mutui che sono corrisposti agli istituti di credito, ma anche gli appalti stipulati dalle amministrazioni pubbliche, per non parlare dell’immatricolazione o cancellazione di imbarcazioni (vedi anche Tutte le voci del redditometro). Ogni file che verrà prodotto dovrà comunque essere interessato da una importante verifica di coerenza con le indicazioni del Fisco. Uno degli adempimenti più importanti in tal senso è quello relativo alla tassazione dei redditi che sono stati prodotti dagli interessi sui risparmi, più precisamente lo scambio di informazioni tra i paesi che fanno parte dell’Unione Europea.

All’Anagrafe Tributaria interessano soprattutto il nominativo e l’indirizzo del beneficiario effettivo, il suo codice fiscale, il numero di conto e gli elementi informativi per quel che riguarda il pagamento degli interessi. Il 30 aprile, poi, rappresenta la scadenza per la comunicazione del rapporto sugli atti costitutivi, le demolizioni, gli acquisti, le vendite, i diritti di godimento e le dichiarazioni dell’armatore in merito a navi, galleggianti e imbarcazioni da diporto. Il lungo elenco prosegue con gli interessi passivi e i contributi previdenziali. Tutti quegli operatori finanziari che hanno concesso lo scorso anno dei mutui agrari o fondiari devono comunicare all’At la lista delle persone fisiche che hanno versato interessi e oneri. Non bisogna nemmeno dimenticare le compagnie di assicurazione e gli operatori che fanno parte di tale comparto, dato che la scadenza riguarda chi ha erogato delle liquidazioni in denaro a dei soggetti che poi hanno subito un danno.