Condomini: ultimi tre giorni per versare le ritenute del 4%

di Simone Commenta

Mancano appena tre giorni a una scadenza fiscale che ha una stretta correlazione con i condomini del nostro paese: in effetti, il prossimo 16 maggio sarà il termine ultimo per provvedere al versamento delle ritenute su tutte quelle prestazioni che sono state poste in essere nei confronti del tipo più famoso di comunione. Entrando maggiormente nel dettaglio di questo adempimento fiscale previsto dalla nostra amministrazione finanziaria, occorre sottolineare come le ritenute in questione siano pari al 4%, una quota che si riferisce alle corresponsioni realizzate lo scorso mese di aprile, più precisamente quando si ha a che fare con dei contratti di appalto di opere o anche di servizi per quel che riguarda l’esercizio di impresa.

IL 16 MAGGIO E’ IL TERMINE ULTIMO PER LE RITENUTE IN F24
Quali sono i soggetti chiamati a rispettare questa scadenza così imminente? Come è già stato precisato, si tratta dei condomini che svolgono il ruolo di sostituti d’imposta: il riferimento normativo si trova all’interno del Dpr 600 del 1973 (“Disposizioni comuni in materia di accertamento delle imposte sui redditi”), il cui articolo 23 parla proprio delle ritenute sui redditi di lavoro dipendente. In particolare, questo decreto spiega come anche i condomini in qualità di sostituti d’imposta devono rispettare il pagamento di une ritenuta a titolo di acconto dell’Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche (Irpef), con tanto di obbligo di rivalsa. L’iter operativo da seguire è presto detto.

CONDOMINI: ULTIMA SETTIMANA PER LA SCADENZA SUGLI APPALTI

Anzitutto, bisogna sfruttare il classico modello F24, utile per il versamento in questione: poi, si deve inserire il codice tributo 1019 all’interno del documento in questione, il quale indica proprio la fattispecie che si sta approfondendo. Il codice tributo 1020, infine, è altrettanto prezioso: si tratta, infatti, del codice che va a indicare le ritenute del 4% che sono state operate al momento del pagamento posto in essere dal condominio in qualità di sostituto d’imposta a titolo di acconto dell’Ires.