Reti imprese e le agevolazioni fiscali concesse dall’Agenzia delle Entrate

di Sofia Martini 2

Forse non tutti i titolari di impresa sanno di poter beneficiare di una serie di agevolazioni fiscali messe a disposizione dall’Agenzia delle Entrate. Una di queste agevolazioni è connessa con il progetto “Reti imprese“, il cui scopo è quello di promuovere, a livello aziendale, la competitività sui mercati e lo spirito di innovazione delle imprese stesse.

Modifiche per lo spesometro

Il progetto Reti imprese è attivo già da diversi anni. Le agevolazioni sono state erogate, infatti, sia per l’anno 2011  che per il 2012. Aderire a questo progetto è molto semplice e le imprese che ne fanno richiesta possono beneficare, attraverso di esso, di una sospensione d’imposta della quota degli utili dell’esercizio destinata al fondo patrimoniale comune o al patrimonio destinato all’affare.

Richiesta rimborso online Iva all’estero

Di conseguenza, quindi, la quota non soggetta ad imposta, può essere accantonata e messa da parte dell’azienda, anche se il suo importo massimo non può essere superiore a 1.000.000 euro. Il meccanismo previsto per la fruizione dell’agevolazione è molto semplice. L’agevolazione viene infatti fruita come versamento del saldo di quanto dovuto per il pagamento dell’IRES e dell’IRPEF, le principali imposte sui redditi, per il periodo preso in esame.

La richiesta di adesione a questa agevolazione deve essere inviata ogni anno in un periodo di tempo compreso tra i 2 e il 23 maggio e per il completamento della procedura, che deve avvenire per via esclusivamente telematica, l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione degli appositi modelli.

La piattaforma online da utilizzare per la sottomissione delle richieste è Entratel e l’invio può avvenire sia per via diretta, sia tramite un intermediario.

Commenti (2)

I commenti sono disabilitati.