F24 EP: due causali per le visite fiscali dell’Inps

di Simone 1

Si chiamano VMCF e VMCS e sono le due causali che hanno ampliato il loro orizzonte fiscale: in effetti, esse venivano già sfruttate da tempo all’interno del modello F24 classico, mentre ora sono state accolte anche dall’F24 destinato agli enti pubblici (vedi anche Le nuove suddivisioni dell’F24 Enti Pubblici). In questa maniera, sarà possibile pagare tutte quelle somme di denaro che spettano all’Inps (Istituto Nazionale della Previdenza Sociale) per quel che riguarda i rimborsi delle visite mediche di controllo. Volendo essere ancora più precisi, si sta parlando di quelle visite utili in caso di malattia o di infortunio dei lavoratori dipendenti, oltre ai relativi solleciti.

Le due causali appena menzionate hanno beneficiato di questa novità a seguito delle disposizioni della nostra amministrazione finanziaria, ovvero la risoluzione 18/E resa pubblica ieri. Tutto ciò può essere fatto risalire a quasi cinque anni fa, quando la stessa Agenzia delle Entrate e l’Inps hanno sottoscritto un accordo per disciplinare il servizio di riscossione delle somme relative all’ente previdenziale attraverso il modello F24. Dopo la richiesta esplicita da parte dell’istituto in merito alle visite mediche si è arrivati a questa conformazione nuova di zecca. VMCF e VMCS sono state rese disponibili nel portale web delle Entrate, più precisamente all’interno della tabella dei codici utilizzabili nel modello relativo agli enti pubblici.

Come si compila esattamente questo documento fiscale? Entrando maggiormente nel dettaglio, la causale VMCF (“rimborsi visite mediche di controllo fatture”) necessita del codice Inps, da reperire direttamente sulla fattura che è stata emessa dall’ente e che è formata da diciassette caratteri numerici. La causale VMCS (“rimborsi visite mediche di controllo solleciti”) è utile appunto per i solleciti e necessita degli stessi estremi identificativi. In entrambi i casi, comunque, nel riferimento A va inserita la data esatta (il formato è quello Mese/Anno, altrimenti si inserisce uno zero), mentre il riferimento B non deve mai essere compilato.

Commenti (1)

I commenti sono disabilitati.