Barack Obama stravolge il sistema sanitario Usa: tassiamo i ricchi e curiamo i poveri

di giannip 8

Una specie di Robin Hood tax, quella pensata da Barack Obama: tassare i ricchi per curare i poveri. In occasione del bilancio da 3,94 trilioni di dollari che Barack Obama ha inviato al Congresso con l’obiettivo di sconfiggere la recessione e porre le basi per le ripresa economica, il presidente lancia anche la proposta che in realtà stravolgerebbe il sistema sanitario americano. Sistema basato prevalentemente sul settore privato, o comunque sulle assicurazioni poste in essere dai datori di lavoro. Se quindi si lavora per una grande impresa si godrà di una buona assicurazione, se invece si lavora per una piccola compagnia o si è lavoratori autonomi la situazione é molto diversa. I premi assicurativi da pagare sono realmente molto alti e non tutti possono permettersi di sostenere tale spesa. Sono quarantaquattro milioni i cittadini americani che non sono protetti da alcuna forma assicurativa perché non si possono permettere di pagare il premio o perché il loro rischio è così alto che nessuno li assicura.

Abbiamo di fronte a noi scelte difficili – afferma Obama illustrando alla Casa Bianca il testo della riforma – Con il nuovo sistema realizzeremo un’onesta raffigurazione di dove siamo e dove vogliamo andare.

Chi pagherà di più? L’aumento complessivo delle imposte per cittadini e imprese è di 1,3 trilioni e, se la proposta andasse a buon fine, chi guadagna più di 250 mila dollari annui sarebbe costretto a pagare più tasse. I ricchi subiranno un aumento delle imposte fino a un massimo del 39,6% e le tasse sui capital gain cresceranno dal 15 al 20%. Si tratta quindi di una vera e propria Robin Hood tax: fondi sottratti ai ricchi a finanziare 635 miliardi di spese con i quali si ristrutturerà la sanità pubblica per garantire la copertura minima a ognuno dei 44 milioni di cittadini che oggi non possono permettersela. In questo modo cambierà radicalmente il sistema sanitario statunitense.

Commenti (8)

  1. Bravo Sig.Presidente americano.
    Spero sempre che sia d’esempio, per le scelte di equità,da parte dei ns.Governanti.

  2. In america hanno Obama, noi abbiamo O’..berlusca… scusate la differenza

  3. aspetta e spera che i nostri politici alzino le tasse ai ricchi (fra cui ci sono anche loro). comunque bravo obama

  4. Berlusca, veltroni, Prodi… nessuno ha fatto niente di appena decente per la povera gente.
    Se mai sia facessero qualcosa del genere in Italia, chiunque la facesse, si partirebbe da un enunciato accattivante, poi i nostri stolti politici che volano alto, lascerebbero tuttoin mano alle burocrazie, compresa la formulazione della legge, senza controllare.. e siccome quelli sono avidi e peggio.. avremmo che toglierebbero 100 ai poveracci meno poveri, per darne 30 di quei 100 ai poveri ( forse)e beccarsi tra mille rivoli i 70 restanti, creando nuovi poveri, che è la cosa che sanno fare meglio. E questo hanno fatto tutti i nostri politici, alcuni di più ed in questo senso gli anni di governo delle sinistre di lotta e di governo , di palco all’opera e di piazzetta, sono stati rovinosi, questi ribaldi sono stati capaci di spendere i nostri soldi alla grande in cene , viaggi , alberghi di lusso e poi sostenere che che guadagnava 1000 euro al mese dele essere “solidale” con i più poveri e dargli parte del suo!! Non dimenticatelo mai.. invece mi sa che siamo scordarelli…

  5. In Italia purtroppo per tutti siamo ben al di sopra e di molto alle tassazioni americane, è per questo che non abbiamo margine di manovra, come da molto tempo ci fa notare la UE.
    In questa crisi, non è tanto il male esserci finiti dentro, ma uscirne per noi.
    Tento di spiegarmi meglio, io operaio, oppure io ditta pago un tot di tasse, con queste un governo capace deve pagare giustizia, assistenza, studio, l’apparato ed un margine per le infrastrutture (ponti, strade, ferrovie, areoporti ecc.ecc.), ora da circa 40 anni il debito pubblico sta crescendo (detto in parole povere al governo non bastano i soldi che incamera e si fa dare dei prestiti), ma non sono migliorate nemmeno strade, istruzione, giustizia ecc.ecc. L’unica cosa che è aumentata è la politica (1* posto come costo mondiale), ora anche ammettendo che la crisi sia passata in questo stesso momento, noi dovremmo trovare i soldi (ad esempio) per migliorare la viabilità in modo che le merci prodotte a Napoli abbiano un trasporto agevole e veloce, se ciò non succede non riusciamo neanche a stare in concorrenza con ditte che sono insediate in Germania, Francia, Austria ecc.ecc. (e non sto parlando di paesi sottosviluppati), ma se fino a questo momento non ci siamo riusciti, addesso che abbiamo un debito da saldare ed in piu li dobbiamo sborsare di nuovo per compiere queste opere, dove li troviamo ??
    Facile dire che è tutta colpa dell’evasione, ma non è solo quello purtroppo, si sono sommate una caterva di innefficenze ed errori, perchè c’è un evasione così alta ? Perchè tutti preferiscono per vivere pagare meno tasse, perche non ci sono controlli mirati, quando ci sono ci sono anche collusioni, e se si va ad un processo non lo si finisce più.
    Perchè abbiamo un assistenza sanitaria (escluso alcuni poli di eccellenza ) che fa schifo ? Perchè ci sono dentro tutti a ingozzarsi e a nessuno fa comodo mettere in luce anche perchè nessuno è senza peccato.
    Perchè in Francia un processo medio dura 6 mesi ed in Italia 20 anni ?
    Perchè in Italia abbiamo il più alto numero di pensioni di invalidità di tutta Europa ? e come ciò è possibile, se il medico che ti fa il certificato per malattia tu lo vedi in giro nell’orario di lavoro hai il fegato di denunciarlo ?
    Quando all’ultima risposta in 90 su 100 risponderanno si allora saremmo al livello di tutti gli altri.

  6. I nostri politici ben rappresentano coloro che li votano (e non mi riferisco solo alla destra o alla sinistra ma a entrame le coalizioni). L’italia (e gli italiani) é questa qua.

  7. Bravo Obama , rifondare il pianeta terra che sta allo sprofondo
    Meno guerre e più sanità , per rifondare il sogno di un mondo
    migliore spezzato dai precedenti e ben scimiottato anche dalla
    vecchia Europa
    Meno sorpassate idee di glorie immaginarie che nessuno a potuto
    toccare e lavorare insieme per una società a misura della gente
    Questo è speranza ,futuro mentre da Regan in poi è tutto defunto

I commenti sono disabilitati.