Nuove tecnologie del Fisco: concluso il convegno a Trieste

di Redazione 2

La città di Trieste è stato il teatro, nei giorni scorsi, del convegno della Direzione Regionale dell’Agenzia delle Entrate e dell’Ordine provinciale dei dottori commercialisti ed esperti contabili: due presenze essenziali per dar vita a discussioni molto approfondite per quel che concerne il rapporto tra le nuove tecnologie di comunicazione e il trasferimento dei dati fiscali, una questione molto attuale dunque. Stefano Patriarca, segretario generale della Camera di Commercio triestina, e Paola Muratori, direttrice regionale dell’amministrazione finanziaria friulana, sono stati i due primi protagonisti a intervenire nel corso del dibattito; secondo i loro punti di vista, il fisco più moderno non può fare a meno dell’Ict (Information and Communication Technology) e dei suoi relativi strumenti, i quali sono riusciti negli ultimi anni a semplificare enormemente gli adempimenti tributari dei contribuenti e gli altri rapporti simili. Fattori fondamentali in questo senso sono, a parere della stessa Muratori, l’introduzione della fatturazione elettronica e la digitalizzazione completa del ciclo commerciale.

 

Molto importante sè stato anche l’intervento di Piergiorgio Renier, numero uno dell’Ordine di commercialisti ed esperti contabili di Trieste, incentrato in prevalenza sugli aspetti positivi delle innovazioni di pubblica amministrazione e Agenzia delle Entrate, visto la costante opera di assistenza di questa categoria nei confronti dei contribuenti. Nell’ambito dell’archiviazione elettronica, si è parlato in maniera molto approfondita di Electronic Document Management, vale a dire dell’utilizzo dei mezzi informatici volti a gestire i documenti elettronici come i file di testo, quelli audio e le immagini.

 

In particolare, sono stati sottolineati i principali vantaggi di una gestione simile, tra cui possiamo citare il controllo del flusso di documenti, la riduzione degli archivi cartacei e la smaterializzazione. Infine, il convengo è stato terminato da Anna Pia Sassano, a capo dei sistemi Ict nel comparto amministrativo delle Entrate, la quale ha voluto approfondire il tema della fatturazione elettronica all’interno di una pubblica amministrazione in continua evoluzione: la posta elettronica certificata, in particolare, può contribuire a sospingere l’Italia verso una completa adozione dello strumento digitale.

Commenti (2)

  1. Mercoledì 19 maggio 2010, l’Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano ha presentato i risultati della Ricerca sullo stato di diffusione delle soluzioni di fatturazione elettronica, chi fosse interessato può leggere i risultati della ricerca qui http://tech4green.it/2010/06/sommersi-dalla-carta

I commenti sono disabilitati.