Multe Roma: come pagare quelle dal 2005 in poi

di giannip 1

A Roma le cartelle di pagamento riguardanti le multe inflitte dal 2005 in poi devono essere pagate entro i termini di scadenza, ma in ogni caso, grazie a nuove regole in vigore a seguito dell’emanazione di una Circolare da parte dell’Amministrazione capitolina, è possibile chiederne la rateizzazione. La modalità di pagamento rateale, da richiedere in forma esplicita, comporta l’applicazione di interessi contenuti, pari al 3% annuo; la richiesta deve essere formulata compilando un modulo specifico, presente anche sul sito Internet del Comune di Roma, e deve essere spedita o a mezzo lettera raccomandata con ricevuta di ritorno, oppure con invio a mezzo fax. Nel caso in cui la cartella preveda il pagamento di importi legati a multe fino al 31 dicembre 2004, ed importi relativi ad infrazioni dall’1 gennaio 2005, questi ultimi devono essere saldati o entro i termini di scadenza o con rateazione come sopra descritto, mentre per quelli fino al 2004 occorre effettuare una separazione del debito tributario in scia al fatto che su tali multe l’Amministrazione di Roma ha aderito al mini-condono predisposto dal Governo.

Grazie al mini-condono, sarà possibile pagare le infrazioni inflitte con data fino al 31 dicembre del 2004 saldando un importo pari alla multa senza l’applicazione degli interessi maturati che, con il passare degli anni, hanno contribuito a “gonfiare” la cartella fino a far raddoppiare e, spesso, triplicare gli importi; al posto degli interessi, infatti, si andrà a pagare solo una maggiorazione legata all‘aggio di riscossione.

Di conseguenza, il cittadino romano sul debito tributario legato a multe fino al 31 dicembre del 2004 deve solamente attendere l’arrivo di una nuova comunicazione e di una nuova cartella di pagamento da parte di Equitalia-Gerit, che provvederà alla ridefinizione degli importi da pagare con il mini-condono. Pur tuttavia, in assenza di comunicazioni di Equitalia-Gerit i “vecchi” importi da pagare dovranno essere ritenuti come caduti in prescrizione, mentre chi ha già proceduto a presentare, riguardo al debito tributario per multe fino al 2004, un ricorso, potrà seguire due strade: continuare con il ricorso oppure rinunciarci aderendo al mini-condono.

Commenti (1)

I commenti sono disabilitati.