Modelli Eas: il Milleproroghe concede tempo fino al 31 marzo

di Redazione Commenta

Tra i tanti provvedimenti che sono stati introdotti dal Decreto Milleproroghe, ce n’è uno di importanza fondamentale per quel che riguarda gli adempimenti fiscali: in effetti, questa legge ha prorogato fino al prossimo 31 marzo il termine relativo alla presentazione del cosiddetto modello Eas (Enti Associativi). Come è noto, questa disciplina riguarda tutti quegli enti che hanno optato per il regime di decommercializzazione dal punto di vista tributario e dell’Iva in riferimento alle loro attività. L’approvazione di tale documento non è così lontana nel tempo, anzi risale addirittura al 2009, quando sono state fissati modalità e termini per la presentazione del modello. La scadenza originaria e relativa a quegli enti che erano stati istituiti dopo il 29 novembre del 2008 era stata stabilita in sessanta giorni dalla nascita effettiva della società, anche se vi erano possibilità di proroga nel caso il termine non coincidesse con una data precedente all’ultimo giorno del 2009.


Le Entrate hanno poi precisato che la proroga del 31 marzo va a riguardare gli enti per cui la presentazione del modello scade entro questa giornata. I sessanta giorni non vengono comunque a decadere come arco temporale di riferimento, visto che, nell’ipotesi di un ente che nasce pochi giorni prima della data in questione, ci sono sempre due mesi per provvedere all’adempimento fiscale.

Ovviamente, sembra inutile precisarlo, ma la stessa amministrazione finanziaria del nostro paese ha chiarito qualsiasi aspetto della normativa, chi è già in regola con la presentazione, anche quelle effettuate in ritardo, non deve comunicare ulteriori modelli. La circolare da cui prendere spunto è la 6/E di due giorni fa: quest’ultima ha messo in luce come i chiarimenti delle precedenti risoluzioni, soprattutto quelle del 2009, valgono anche per il 2011 e la nuova proroga del decreto, senza tralasciare in alcun modo gli enti che sono stati esonerati e quelli che invece hanno beneficiato di modalità semplificate di presentazione.