A Milano +200% di incassi dopo i blitz della GdF

di Laura 1

 Le serate milanesi si stanno animando, ma non di musica a festa e bottiglie di champagne: arrivano i funzionari dell’Agenzia delle Entrate e l’effetto sortito non è quello di una devastazione ma, al contrario, una lievitazione di incassi gli incassi: a quanto pare aumentano di oltre il 44% rispetto al sabato precedente. E’ quanto accaduto nei giorni scorsi a Milano dopo il blitz. Ovvio chiedersi: l’arrivo della GdF ha aumentato l’afflusso di clientela o sono venuti allo scoperto ricavi finora celati?

I funzionari dell’Agenzia –  quelli dell’Inps e dalla polizia locale – hanno deciso di fare il blitz in ristoranti, pub, bar e discoteche di Brera, della zona Navigli, di piazza San Babila e di Corso Como, lo scopo era quello di verificare la situazione, capire quale fosse realmente l’affluenza, il giro d’affari. E mentre la serata milanese proseguiva al ritmo di musica e cocktail e stuzzichini, le forze dell’ordine si sono prese tutto il tempo per verificare la situazione da vicino. Le autorità non erano in borghese e quindi i ristoratori hanno subito compreso l’entità dei controlli: gli scontrini sono stati prontamente emessi ma non sono sfuggite altre irregolarità.

In 55 locali, per esempio, sono stati rilevati il mancato aggiornamento dei registri dei corrispettivi e delle irregolarità con le dichiarazioni presentate ai fini degli studi di settore, i beni strumentali in alcuni casi erano inferiori a quelli comunicati: più tavoli, sedie, grandi elettrodomestici non dichiarati quindi. In 33 locali sono stati riscontrati anche 116 lavoratori in nero. Nel corso del 2011, la lotta all’evasione fiscale, ha fruttato il recupero di 11,5 miliardi di euro a fronte di 1,7 miliardi di euro restituiti ai contribuenti in seguito alla verifica di 40 milioni di dichiarazioni dei redditi e 6 miliardi di euro invece di IVA. E non é finita qui: tempi davvero durissimi quelli che stanno per arrivare. È stato infatti firmato ieri un protocollo d’intesa tra Agenzia delle Entrate, Agenzia del territorio, Inps e Comuni per la collaborazione nella lotta all’evasione: i sindaci potranno iniziare a trasmettere segnalazioni.

 

 

 

 

Commenti (1)

I commenti sono disabilitati.