Emilia Romagna: accordo per imposta di registro

di Laura Commenta

 L’imposta di registro deve essere pagata al momento della registrazione degli atti presso l’Agenzia delle Entrate. Gli atti che rientrano in questo obbligo sono l’acquisto di una casa o la registrazione dei contratti di locazione/affitto di un appartemento ad un inquilino.

L’imposta di registro si paga in proporzione (aliquota) al prezzo dell’acquisto:

* l’aliquota è del 3% sul prezzo dell’immobile indicato nel rogito per la prima casa e se il venditore dell’immobile non è titolare di partita IVA;
* se non si tratta di prima casa, si paga lo stesso il 3% quando l’immobile è di interesse storico, artistico o archeologico.
* si deve pagare il 7% in tutti gli altri casi.

Nel caso di contratti di locazione immobiliare di durata pluriennale, il versamento dell’imposta deve essere effettuato annualmente entro 30 giorni dalla data dell’atto. Si può comunque pagare l’imposta in un’unica soluzione (in questo caso ottenendo uno sconto che varia sulla base della durata del contratto).

Nel caso di interruzione anticipata di un contratto soggetto o non soggetto ad IVA é necessario corrispondere l’imposta che graverà sul soggetto che interrompe in anticipo il contratto.

Il nuovo Protocollo di intesa siglato in Emilia-Romagna tra il direttore regionale dell’Agenzia delle Entrate, Antonino Gentile, e il presidente del Comitato regionale dei Consigli notarili, Pierluigi Ferrari Trecate mira a migliorare i rapporti tra contribuenti e Amministrazione finanziaria, attraverso la realizzazione di incontri periodici con i rappresentanti dei notai.

Un buon metodo per iniziare questo percorso sarebbe, secondo il protocollo, prevedere riunioni periodiche per esaminare le problematiche di interesse comune e individuare soluzioni condivise. In tali incontri potranno essere segnalate eventuali difficoltà riscontrate nell’applicazione della normativa fiscale alla Direzione Regionale. In questo modo, grazie al flusso bilaterale di informazioni, si farà si che venga assicurata una tassazione corretta e uniforme sul territorio regionale, garantendo al cittadino una qualità dei servizi sempre più elevata.