Imposte più basse sulle transazioni immobiliari a partire da gennaio 2014

di Redazione 1

A partire dal 1 gennaio 2014 le imposte sulle transazioni immobiliari saranno più basse di quelle in vigore fino alla fine di dicembre 2013. Lo ha stabilito l’Agenzia delle Entrate, che ha rivisto a rivisto a ribasso l’imposta di registro, l’imposta ipotecaria e quella catastale, sia per le prime, che per le seconde case.

Requisiti 1^ casa posseduti da un solo coniuge

Per chi è intenzionato ad acquistare una nuova abitazione, quindi, il momento ottimale di effettuare il rogito scatterà a partire dal prossimo anno, quando si avrà la certezza di poter risparmiare una buona percentuale sulle imposte dovute al Fisco. Ma vediamo nello specifico quale sarà la situazione che si presenterà ai contribuenti.

Detrazione onorario notaio acquisto prima casa

Per quanto riguarda le imposte che graveranno sull’acquisto delle prime case, la situazione sarà la seguente:

  • l’imposta di registro si pagherà al 2% invece che al 3%
  • per l’imposta ipotecaria si pagheranno 50 euro – invece che i 168 previsti fino a dicembre 2013
  • per l’imposta catastale si pagheranno 50 euro – invece che i 168 previsti fino a dicembre 2013.

A conti fatti, dunque, i contribuenti che effettueranno acquisti immobiliari nel 2014 potranno andare a risparmiare circa due terzi rispetto a quanto avrebbero invece pagato nel 2013. All’interno della seguente agevolazione saranno incluse anche le pertinenze immobiliari e non di dovrà pagare l’imposta di bollo. 

Per quanto riguarda invece la situazione delle seconde case, i contribuenti saranno soggetti alle seguenti imposte:

  • l’imposta di registro sarà al 7% invece che al 9%, percentuale in vigore fino al 31 dicembre 2013
  • per l’imposta ipotecaria si pagheranno 50 euro – invece del 2%
  • per l’imposta catastale si pagheranno 50 euro – invece che l’1%.

Tali valori saranno validi anche per l’acquisto di immobili commerciali.

 

 

Commenti (1)

I commenti sono disabilitati.