Accordo scambio dati fiscali tra gli Stati dell’Eurozona

di Sofia Martini Commenta

È stato raggiunto l’accordo al vertice europeo scambio dati fiscali per la revisione della direttiva risparmi, che permette lo scambio automatico di informazioni fiscali in materia anti-evasione. Il dossier era bloccato dal 2008 per le forti opposizioni di Austria e Lussemburgo. Intanto partono le iscrizioni 5 per 1000 che scadranno il 7 maggio. Dal 21 marzo ci sarà la possibilità di iscriversi utilizzando i canali telematici Entratel e Fisconline che saranno predisposti per ricevere le candidature degli enti del volontariato e delle associazioni sportive dilettantistiche.

Portogallo e Guernsey concordi sullo scambio di dati fiscali

Il nuovo calendario del 5 per mille non ha modifiche rilevanti rispetto a quello dello scorso anno. A partire dalla campagna d’iscrizione che anche quest’anno finirà il 7 maggio. Lo ricorda l’Agenzia delle Entrate chiarendo che le date e gli adempimenti per l’ammissione alla spartizione delle somme del 5 per mille sono stabiliti nella circolare pubblicata sul sito. Il documento di prassi aiuta gli enti interessati nel fare i passi e gli adempimenti indispensabili per l’ottenimento del beneficio. Il documento chiarisce, inoltre, come correggere possibili errori d’iscrizione e normalizzare le domande. Per gli enti di volontariato e per le associazioni sportive dilettantistiche c’è tempo fino al 7 maggio 2014 per presentare la domanda d’iscrizione all’Agenzia delle Entrate soltanto per via telematica. La procedura deve essere ripetuta anche dagli enti che si erano già iscritti negli anni precedenti. Per l’iscrizione bisogna collegarsi al sito internet www.agenziaentrate.gov.it e riempire il modulo di iscrizione seguendo le istruzioni e usando il software disponibile online. In alternativa ci si può rivolgere a un intermediario abilitato.