Esenzione Canone Rai 2016, chi gode del modello di dichiarazione sostitutiva

di Sofia Martini Commenta

Non sono stati predisposti, per la presentazione del modello, termini di scadenza ma l’Agenzia fa sapere che sarebbe opportuno, per evitare l’addebito nella bolletta dell’energia elettrica di luglio, che la presentazione avvenga entro il 23 maggio 2016.

A dieci giorni dalla scadenza della presentazione della dichiarazione sostitutiva per l’esenzione dal pagamento del canone Rai 2016 l’Agenzia delle Entrate disciplina il nuovo modello di dichiarazione di esenzioni dal pagamento per effetto di convenzioni internazionali.

Non sono stati predisposti, per la presentazione del modello, termini di scadenza ma l’Agenzia fa sapere che sarebbe opportuno, per evitare l’addebito nella bolletta dell’energia elettrica di luglio, che la presentazione avvenga entro il 23 maggio 2016.

In ogni caso, anche se la presentazione avvenisse in una data successiva rimane intatto il diritto al rimborso del canone Rai eventualmente pagato e non dovuto, diritto valido solo per questo caso particolare. Sono valide, in ogni caso, anche le dichiarazioni presentate prima della pubblicazione del nuovo modello.

I beneficiari del modello di dichiarazione sostitutiva per convenzione internazionale sono tutti coloro che godono dell’esenzione in ragione di apposite convenzioni internazionali, ovvero:

  • agenti diplomatici,
  • funzionari o impiegati consolari,
  • funzionari di organizzazioni internazionali,
  • militari di cittadinanza non italiana
  • il personale civile non residente in Italia

La dichiarazione sostitutiva va presentata, con allegata copia di un documento di identità in corso di validità, a mezzo servizio posta con raccomandata senza bustapresso: Agenzia delle Entrate, Ufficio di Torino 1 S.A.T. – Sportello abbonamenti TV – Casella Postale 22 – 10121 Torino.

Nello specifico, Il modulo  per l’esenzione dal pagamento del Canone Rai 2016, che dichiara in non possesso e non detenzione della TV va inviato, se si decide per il formato cartaceo, andava con posta raccomandata senza busta entro il 30 aprile 2016. Per chi decide per l’invio telematico la scadenza è fissata entro il 10 maggio 2016.