Tassazione conti deposito remunerati per aziende

di giannip 2

I conti di deposito remunerati sono di norma strumenti utilizzati dai piccoli risparmiatori per far fruttare la liquidità a fronte dell’assunzione di un basso rischio. Ma la liquidità in eccesso può essere “parcheggiata” in questi strumenti anche dalle aziende e dai titolari di partita Iva sottoscrivendo lo stesso strumento, ovverosia il conto di deposito remunerato, nella modalità business. Ad esempio, Rendimax di Banca Ifis è accessibile anche da parte delle aziende a fronte di un tasso di interesse che attualmente è pari al 2,09% annuo lordo con capitalizzazione trimestrale degli interessi, giacenza libera e quindi senza vincoli. La tassazione applicata è uguale a quella prevista per i conti di deposito remunerati aperti dai privati, ovverosia il 27% sugli interessi lordi maturati. Questo significa che Rendimax di Banca Ifis rende attualmente al netto l’1,52% annuo.

Il conto di deposito remunerato per aziende Rendimax si può aprire direttamente online tendendo a portata di mano il certificato di iscrizione alla CCIAA dell’azienda, il codice fiscale del rappresentante legale, ed un documento di identità valido, sempre da parte del rappresentante legale, che può essere la carta d’identità oppure il passaporto.

Di recente anche CheBanca! ha lanciato sul mercato il Conto Deposito Business, allo stesso modo riservato per tutti i titolari di partita Iva ed a fronte di una tassazione sugli interessi, così come prevede la normativa vigente, che è sempre pari ad un prelievo fiscale del 27% sul lordo. Attualmente il prodotto della Banca per le famiglie e per le imprese del Gruppo Mediobanca rende il 2,25% annuo lordo per le somme depositate con vincolo per un anno; al netto, quindi, il rendimento annuo netto è in questo caso pari all’1,64%. Le somme si possono tra l’altro disinvestire prima della scadenza del vincolo ma a fronte di interessi riconosciuti che non saranno pari al 2,25%, per il vincolo ad un anno, ma al tasso base previsto.

Commenti (2)

  1. Grazie della notizia non sapevo che esistesse il conto deposito per aziende, io sono titolare di p.i. quindi penso proprio che una buona opportunità, grazie nuovamante

  2. salve sono il webmaster di conto-deposito.org ci siamo accorti di un link che proviene da questa pagina che purtroppo adesso ci arreca danno, grazie a google pinguin, se per favore potete cambiare l’anchor test da “conto deposito” in “conto deposito on line” oppure rimuovere il link, grazie in anticipo

I commenti sono disabilitati.