Scade domani il termine per l’autoliquidazione Inail

di Redazione Commenta

Scadrà esattamente domani il termine previsto dalla nostra amministrazione finanziaria per la cosiddetta autoliquidazione relativa all’Inail. In pratica, si sta parlando della presentazione delle retribuzioni ai dipendenti, comprendendo in essa anche l’eventuale comunicazione del pagamento in quattro rate (vedi anche Il nuovo modulo dell’Inail per la denuncia ditta). I soggetti coinvolti in questo caso sono i datori di lavoro, i quali devono avvalersi delle modalità telematiche. Cerchiamo di capirne di più. Questa esclusività dei sistemi elettronici si riferisce soltanto alle ditte attive.

Nel caso in cui nel corso dell’anno cessi l’attività assicurata, allora la denuncia di tali retribuzioni va presentata entro il sedicesimo giorno del secondo mese che segue a quello di cessazione, sfruttando il modulo cartaceo. L’esonero dall’obbligo della dichiarazione, inoltre, viene assicurato alle aziende artigiane che non hanno occupato dei dipendenti o dei soggetti assimilati nell’anno precedente, oppure quelle che hanno dato occupazione solamente ai lavoratori che hanno la qualifica di apprendista. La violazione degli adempimenti di cui si sta parlando costa davvero caro: in effetti, quando non si effettua la comunicazione all’Inail, scatta una sanzione amministrativa pari a 770 euro, mentre la misura ridotta è di 250 euro e quella minima pari a 125 euro.

Che cosa c’è da dire in merito al regime imponibile ai fini fiscali e quelli contributivi? Nel dettaglio, la base imponibile di tipo previdenziale va calcolata prendendo spunto dalla normativa tributaria che ha a che fare con i redditi da lavoro dipendente. L’esclusione in tal senso riguarda solo alcune somme. In caso di lavoratori che hanno un contratto a tempo parziale (part-time), la base imponibile è rappresenta dalla retribuzione convenzionale oraria, determinata moltiplicando quella minimale per le ore totali da retribuire nel periodo assicurativo di riferimento. Per quel che concerne, infine, la rateazione del premio, le rate sono trimestrali e dunque quattro, ma tutto ciò può avvenire solamente previa comunicazione.