Inps: pubblicata la circolare relativa ai pescatori autonomi

di Simone 1

La circolare numero 29 che l’Inps ha provveduto a pubblicare quattro giorni fa si riferisce a una categoria lavorativa di cui si parla troppo poco, ma i cui obblighi previdenziali sono importanti quanto quelli di altre professioni: si tratta dei cosiddetti pescatori autonomi, quindi quei soggetti che svolgono un’attività di pesca anche quando non sono associati in forma cooperativa. Ebbene, questo documento dell’ente ha riguardato quattro specifici argomenti fiscali, vale a dire l’adeguamento delle retribuzioni convenzionali, l’aliquota contributiva relativa a quest’anno, la proroga dello sgravio contributivo e le modalità specifiche di versamento.


Esaminiamo uno per uno questi aspetti. Anzitutto, i pescatori autonomi hanno l’obbligo di pagare all’Inps un contributo su base mensile, il quale deve poi essere adeguato e relazionato al salario convenzionale della piccola pesca marittima e delle attività svolte in acque interne. Le modifiche del 2011 si riferiscono alla perequazione automatica, con una misura giornaliere pari a 24,72 euro e quella mensile (25 giorni) fissata a 618 euro. Il secondo aspetto, invece, ovvero l’aliquota contributiva da applicare, si riferisce al Decreto Interministeriale del 21 febbraio 1996: in questo caso, tali contribuenti sono soggetti all’incremento del 4,29%, aumento da attuare in maniera graduale ogni due anni, con la fase finale nel 2013. Per quest’anno, quindi, l’aliquota aumenta del consueto mezzo punto percentuale e si attesta al 14,61%.

In relazione poi allo sgravio contributivo, si punta soprattutto alla salvaguardia dell’occupazione della gente di mare mediante benefici fiscali, quali l’esonero dal pagamento dei contributi previdenziali fino all’80%. Cosa c’è da dire, infine, in merito alle modalità di versamento di questi stessi contributi? Le innovazioni sono ben poche in questo caso, bisogna semplicemente ricordare di versare il contributo attraverso le rate mensili che scadono il 16 di ogni mese: le istruzioni dell’Inps saranno comunicate a breve, ma comunque i modelli F24 non saranno inviati a quei pescatori autonomi che sono titolari di partita Iva.

Commenti (1)

I commenti sono disabilitati.