Deutsche bank alle prese con problemi fiscali

di Alessandra Manco Commenta

 Mega operazione da parte della polizia tedesca che ha visto coinvolti circa 500 agenti. L’operazione non riguardava pero i cittadini tedesca ma solo una perquisizione nei confronti del più grande istituto di credito del paese: la Deutsche Bank. Tale tipo di controllo mirava ad acquisire prove in merito ad una presunta evasione fiscale fatta dalla banca sulla compravendita di certificati di credito Co2 e si è conclusa, stando alle dichiarazioni dei dipendenti, con il fermo di 5 dipendenti.
L’indagine ha coinvolto anche i vertici dell’istituto bancario, come il direttore finanziario Stefan Krause e il co amministratore delegato Juergen Fisher per aver apposto le proprie firme sulle dichiarazioni fiscali del 2009. Tutto è partito da dei controlli svolti sulle transazioni in materia di derivati Co2, che ha visto condannati 6 imprenditori (tre britannici, due tedeschi e un francese) per aver evaso iva per un importo di 300 milioni di euro. Le indagini sono poi proseguite per accertare eventuali responsabilità da parte di dipendenti di istituti di credito i quali hanno svolto il ruolo di intermediari con la possibilità di aver occultato prove e non comunicato alle autorità eventuali movimenti sospetti di denaro. La truffa adottata consiste in una indebita detrazione iva da parte dell’acquirente in virtù di un mancato versamento da parte del venditore.
La Deutsche Bank era già corsa ai riapri provvedendo al licenziamento di alcuni dipendenti e ad una svalutazione dei titoli per circa 300 milioni di euro. Tuttavia nonostante le dichiarazione di voler appurare la verità e di voler collaborare con le autorità il danno per l’immagine dell’istituto tedesco rimane enorme. Deutsche Bank tra l’altro è alle prese con altri problemi. In Inghilterra, ad esempio, la banca è coinvolta nell’ambito dello scandalo Libor mentre negli Stati Uniti La Sec indaga sulle modalità di vendita dei mutui sub prime effettuati dalla Deutsche Bank prima dell’avvento della crisi finanziaria.