Civis e comunicazioni irregolarità: Bergamo, accordo coi Consulenti del lavoro

di giannip Commenta

A Bergamo la Direzione Provinciale dell’Agenzia delle Entrate  ed i Consulenti del lavoro hanno siglato il mese scorso un importante accordo finalizzato al “rilancio” di Civis, il servizio telematico che permette di gestire con pochi click, e quindi in modalità telematica, le comunicazioni di irregolarità. Con Civis le comunicazioni di irregolarità, infatti, vengono gestite al meglio visto che, nell’ottica della semplificazione degli adempimenti fiscali, comportano dei tempi di “trattamento” notevolmente ridotti. L’accordo si spinge proprio in questa direzione visto che ora i Consulenti del Lavoro bergamaschi, alleandosi per il servizio telematico Civis con l’Amministrazione finanziaria dello Stato, potranno rendere un servizio rapido e veloce, in materia di comunicazioni di irregolarità, ai propri assistiti. La gestione da remoto, infatti, permette di poter gestire il tutto, ed avere una risposta in tempi brevi, senza la necessità di doversi recare presso un ufficio fisico dell’Agenzia delle Entrate.

Ma come funziona il servizio telematico Civis? Ebbene, a spiegarcelo con un comunicato emesso il mese scorso è stata proprio la Direzione regionale dell’Agenzia delle Entrate della Lombardia, sottolineando come basti collegarsi, dal sito Internet dell’Agenzia delle Entrate, ai canali telematici del Fisco accedendo all’apposita sezione “Civis” con le proprie credenziali; dopodiché basterà inserire le informazioni richieste a sistema sulle comunicazione di irregolarità.

Civis, lo ricordiamo, è l’acronimo di “Comunicazione di Irregolarità Virtualizzate per Intermediari Serviti“, ed è accessibile per tutti quei contribuenti che sono abilitati ai servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate “Fisconline” ed “Entratel”. Il servizio di gestione remota delle comunicazioni di irregolarità è valido a partire dall’anno di imposta 2006 in poi. Non solo in Lombardia, ma anche in tante altre Regioni l’Agenzia delle Entrate sta promuovendo Civis ed il suo utilizzo attraverso accordi territoriali con gli ordini professionali. Ad esempio, proprio nello scorso mese di novembre in Campania è stato siglato lo stesso tipo di accordo su Civis con i Consulenti del lavoro.