Assistenza fiscale online: Campania, accordo con i Consulenti del lavoro

di giannip Commenta

Al fine di poter garantire meno file e, nello stesso tempo, anche comunicazioni decisamente più veloci, nei giorni scorsi nella Regione Campania l’Agenzia delle Entrate ha stipulato con i Consulenti del lavoro un accordo relativo all’utilizzo di CIVIS, il servizio che permette di ottenere direttamente online l’assistenza fiscale tanto sulle comunicazioni quanto sugli avvisi di irregolarità. A darne notizia è stata proprio la Direzione regionale dell’Agenzia delle Entrate della Campania nel sottolineare come l’accordo sia stato siglato con il chiaro intento di andare ulteriormente ad incentivare l’utilizzo di CIVIS da parte dei professionisti. A siglare l’accordo, in particolare, sono stati da un lato il coordinatore della Consulta dei Presidenti dei Consigli provinciali degli ordini dei Consulenti del lavoro, Edmondo Duraccio, e dall’altro Enrico Sangermano, il Direttore Regionale dell’Agenzia delle Entrate della Campania. Con CIVIS, direttamente con l’utilizzo del personal computer, da casa così come presso gli studi professionali degli intermediari abilitati, è possibile chiedere assistenza sia sugli avvisi telematici inerenti il modello Unico Persone fisiche ed il modello 770, sia sulle comunicazioni di irregolarità.

CIVIS, infatti, è un canale telematico di assistenza online che è stato prima “aperto” agli intermediari che risultano essere abilitati al servizio Entratel, e poi esteso anche ai contribuenti che hanno richiesto ed ottenuto l’abilitazione a Fisconline in modo tale da chiedere l’assistenza al Fisco direttamente via Web risparmiando tempo e denaro visto che in questo modo non c’è bisogno di recarsi presso gli sportelli fisici dell’Amministrazione finanziaria dello Stato.

Inoltre, l’Agenzia delle Entrate, a favore degli intermediari abilitati, ha attivato una apposita casella di posta elettronica certificata per quel che riguarda gli Enti non commerciali, le società di persone e le società di capitali, ed in particolare per gli avvisi telematici di irregolarità che fanno scattare a loro carico il controllo automatizzato sulle dichiarazioni attraverso il modello Unico.