Cedolare secca affitti: favorisce solo i proprietari con redditi alti

di giannip 1

La cedolare secca sugli affitti messa a punto dall’attuale Governo in carica andrà a favorire solamente i proprietari di immobili che hanno dei redditi alti. Ad affermarlo è il Sunia, il Sindacato Unitario Nazionale Inquilini e Assegnatari, sottolineando in particolare come la manovra economica e finanziaria dell’Esecutivo non contenga, sui consumi connessi all’abitazione, sul fisco, ma anche sulla tematica abitativa, alcuna norma che possa avere un’incidenza positiva e rilevante. Innanzitutto, il Sindacato degli Inquilini e degli Assegnatari mette in risalto come con la manovra economica e finanziaria permanga il taglio al fondo sociale, così come mancano i provvedimenti per la tracciabilità dei canoni di locazione, e le detrazioni fiscali a favore degli inquilini che possano contribuire a creare quel sano conflitto di interessi tale da far emergere le tante locazioni in nero. Per il Sindacato Unitario Nazionale Inquilini e Assegnatari la cedolare secca sugli affitti, così come è stata messa a punto dal Governo, è solo a conti fatti un’operazione mediatica che non apporterà nulla di significativo nella lotta all’evasione fiscale, ed anzi contribuirà a generare ulteriori incertezze e confusione nel mercato delle locazioni.

Ed in materia di imposte, inoltre, il Sunia denuncia come con la manovra economica e finanziaria si stia mettendo a punto un tentativo, peraltro maldestro, di annullare il diritto delle famiglie a vedersi restituita l’imposta sul valore aggiunto (Iva) pagata sulle fatture della Tariffa di Igiene Ambientale (Tia).

Si sta cercando infatti di “aggirare” la sentenza della Corte Costituzionale dei mesi scorsi che ha sancito come la TIA abbia una natura tributaria e non tariffaria, ragion per cui l’Iva non può essere applicata. Di riflesso il Sindacato Unitario Nazionale Inquilini e Assegnatari ha ribadito come a tutela dei propri associati continuerà a portare aventi le iniziative sul territorio legate alla richiesta di restituzione dell’imposta pagata negli anni scorsi dai cittadini.

Commenti (1)

I commenti sono disabilitati.