Cedolare secca affitti 2011: brochure online

di giannip 4

Un’imposta fissa, che va a sostituire non solo l’Irpef da pagare, ma anche le addizionali, l’imposta di registro e quella di bollo. Stiamo parlando chiaramente dell’imposta sostitutiva sui redditi da locazione o, se volete, della cosiddetta cedolare secca sugli affitti. Al riguardo la Direzione regionale Abruzzo dell’Agenzia delle Entrate ha pubblicato online una comoda brochure che spiega per filo e per segno di cosa di tratta, quali aliquote applicare, come si sceglie il regime e quali contribuenti e quali immobili sono interessati a questa novità. Innanzitutto c’è da dire che quello della cedolare secca sugli affitti è un regime di tassazione opzionale; questo significa che il proprietario di immobili, nel dichiarare i redditi da locazione, può avvalersi del nuovo regime oppure continuare a pagare le tasse sulle entrate da affitto alla vecchia maniera.

Per scegliere il regime della cedolare secca l’Amministrazione finanziaria dello Stato, nell’ottica della massima semplificazione negli adempimenti, ha annunciato nei giorni scorsi il lancio di “Siria Web”, il modello semplificato che in soli tre click permette di effettuare il tutto chiaramente previa autenticazione, ovverosia accedendo, dal sito Internet dell’Agenzia delle Entrate, con l’apposito codice PIN.

Per quel che riguarda l‘imposta dovuta ricordiamo che, per chi opta per la cedolare secca, questa è al 21% per i contratti di affitto liberi, ovverosia quelli con il canone annualmente stabilito dalle parti. Mentre per i contratti di locazione cosiddetti a canone concordato l’aliquota è più vantaggiosa in quanto più bassa e pari al 19%. In merito si fa presente come i contratti di locazione a canone concordato siano stipulabili in quei Comuni italiani che presentano o carenze di disponibilità abitative, oppure sono ad alta tensione abitativa. In ogni caso, per dubbi o chiarimenti, è possibile rivolgersi agli Uffici dell’Agenzia delle Entrate oppure alla consulenza del proprio dottore commercialista di fiducia.

Commenti (4)

I commenti sono disabilitati.