Agevolazioni fiscali Unico 2011: una panoramica

di giannip Commenta

E’ tempo di Unico 2011 per milioni di contribuenti in Italia, ragion per cui è scattata la corsa, anzi la raccolta di tutte le spese che il Fisco permette di detrarre e di dedurre dall’Irpef. Una delle detrazioni più gettonate, per il padre di famiglia di norma, ed in generale per i genitori, è la detrazione Irpef sull’affitto pagato per i figli che frequentano l’università. Il tutto chiaramente nel rispetto dei requisiti per potersi avvalere di quella che è in tutto e per tutto un’agevolazione fiscale. In particolare, la detrazione Irpef sul canone pagato nell’anno, nel nostro caso nel 2010 a valere sulla dichiarazione Unico 2011, è pari al 19% con un massimale di 2.633 euro. Lo studente universitario deve però pagare canoni di locazione in qualità di studente fuori sede.

Un’altra detrazione Irpef importante è quella relativa alle spese sanitarie, anche in questo caso al 19%, quella per l’acquisto di mezzi di trasporto per i disabili, e quella per le spese sportive e di istruzione per i figli. Tutte le spese devono essere documentate, ragion per cui il contribuente deve conservarle ed esibirle nel momento in cui il Fisco dovesse poi richiederle negli anni a venire.

E per chi vive con “Fido” a casa, ricordiamo che il Fisco permette anche di detrarre dall’Irpef, sempre al 19%, le spese sostenute per il veterinario sebbene ci siano dei limiti da rispettare come segue: c’è una franchigia, in base alla normativa vigente, pari a 129,11 euro. Questo significa che se nel 2010 per il proprio cane le spese veterinarie sono state pari a 400 euro, allora lo sconto di imposta spetta su 400 – 129,11 euro, ovverosia sul 19% di 270,89 euro; trattasi quindi di poco meno di 52 euro di sconto Irpef. Certo, non è tanto, ma mettendo assieme tutte le spese detraibili e deducibili sostenute nell’anno si può comunque riuscire ad abbattere un po’ il montante Irpef dovuto all’Erario.