Entrate Umbria: sportelli Norcia e Cascia pronti all’apertura

di giannip Commenta

In linea con quanto già reso noto dall’Agenzia delle Entrate – Direzione regionale dell’Umbria, nelle scorse settimane, a Norcia ed a Cascia sono pronti all’apertura due nuovi sportelli del Fisco. In particolare, a Norcia, al numero 2 di via dell’Oca, lo sportello dell’Agenzia delle Entrate inizierà ad essere operativo a partire da giovedì 7 ottobre, dalle ore 9 alle ore 13, e dalle ore 14 alle ore 16, e così tutti i giovedì della settimana. A Cascia, al numero 3 di Piazza Aldo Moro, lo sportello entrerà in funzione il giorno prima, mercoledì 6 ottobre 2010, con orario di apertura al pubblico dalle ore 9 alle ore 13 e così tutti i mercoledì della settimana. I contribuenti, presso le due nuove strutture, potranno così assolvere a tutta una serie di adempimenti, dal rilascio della partita Iva e del codice fiscale, alla registrazione di atti privati, e passando per la compilazione e la trasmissione del modello Unico, successioni, cartelle esattoriali e comunicazioni di irregolarità.

Ma si potrà altresì richiedere l’abilizazione ai servizi telematici, richiedere documenti e certificati, ed anche informazioni sugli adempimenti fiscali in genere grazie al front-office dell’Agenzia delle Entrate. Secondo quanto dichiarato da Gennaro Esposito, Direttore Regionale dell’Agenzia delle Entrate dell’Umbria, per i due nuovi sportelli del Fisco in valnerina sono state superate tutte le criticità e adesso sono pronti a partire dopo che non è stato possibile attivarli, così come previsto, nel corrente mese di settembre.

In materia di servizi ai contribuenti, nei primi sei mesi di quest’anno, in Umbria l’Agenzia delle Entrate ha erogato oltre 94 mila servizi, con un terzo di questi che, in particolare, hanno riguardato le denunce di successione e le registrazioni di atti. Oltre 15 mila sono stati invece i servizi erogati in materia di cartelle di pagamento inerenti le dichiarazioni fiscali, e di assistenza sulle comunicazioni, mentre quasi novemila sono stati i servizi erogati in merito alle partite Iva, ed oltre 9.300 quelli legati alle variazioni ed alle cessazioni per la tessera sanitaria.