Aumento tariffe autostradali dal 1 maggio

di giannip Commenta

Dal primo maggio, chi si troverà in viaggio e deciderà di utilizzare il servizio autostradale dovrà pagare di più. La cifra stimata dell’aumento è di circa 2,40%. Precisamente gli incrementi: per il raccordo autostradale della Valle d’Aosta l’aumento è dello 0,51%, a Napoli l’aumento é del 6,63%. Napoli-Salerno +4,89%; Torino-Aosta +2,90%; Raccordo Gran S. Bernardo +2,71%; Asti-Cuneo +9,30%; Torino-Quincinetto +6,57%; Milano-Serravalle +2,48%; Piacenza-Brescia +2,61%; Brescia-Padova +1,59%; Parma-La Spezia +1,61%; Torino-Savona +0,73%; Torino-Bardonecchia +4,57%; Genova-Ventimiglia +1,83%; Sestri Levante-Livorno +4,55%; Milano-Torino +19,46%, Torino-Piacenza +12,63%; Venezia-Padova +0,66%; Autobrennero +1,57%; Livorno-Rosignano M. +5,14%.

L’aumento sarebbe dovuto partire già da gennaio ma era stato bloccato in virtù del decreto anticrisi. Poco male per il comparto autostradale che comunque ha risentito pochissimo della crisi economica: gli introiti da pedaggio di competenza sono stati pari a circa 4,5 miliardi (+1,6% rispetto all’esercizio precedente). Gli introiti al lordo dell’IVA ammontano a circa 5,7 miliardi di euro.

Come previsto dal dl anticrisi, la moratoria di quattro mesi é scaduta e ora partirà l’aumento delle tariffe. Le concessionarie autostradali, non essendo immerse nei debiti, potranno, grazie all’aumento dei prezzi, destinare i maggiori introiti a nuovi investimenti.

Oggi che il governo ha eliminato lacci e lacciuoli, il gruppo Atlantia può accelerare affidando alla controllata Pavimental lavori per 1,5 miliardi nei prossimi dodici mesi, cantieri che sarebbero invece stati aperti tra il 2010 ed il 2011. – Ha affermato l’ad Giovanni Castellucci – La decisione della società è una delle misure anticicliche decise per favorire la ripresa del Paese. Inoltre mercoledi è stata chiusa la collocazione di un bond da 1,5 miliardi che ci dà sicurezza sulle risorse per accelerare gli investimenti: un collocamento, che ha avuto un grande successo con una domanda pari a quasi 5 volte l’offerta. L’investimento di Autostrade per l’Italia è di oltre 141 milioni di euro.

Infine buone notizie: si evidenzia un sensibile miglioramento dei principali indici di sicurezza sulla rete autostradale. Si é registrata nel 2008 una diminuzione dei sinistri. Il tasso di mortalità é inoltre diminuito del 14 per cento.