leonardo.it

Omesso versamento Iva: sanzioni amministrative e penali

 
Fil
7 marzo 2010
0 commenti

soldiPer i contribuenti Iva l’omesso pagamento dell’imposta, o il pagamento in misura insufficiente, può portare sia a sanzioni amministrative, sia a sanzioni penali. A ricordarlo è l’Agenzia delle Entrate a pochi giorni dalla scadenza del versamento del saldo dell’imposta sul valore aggiunto (Iva) per il 2009, che deve essere effettuato entro il 16 marzo 2010. In particolare, il pagamento dell’imposta in misura insufficiente, o l’omesso versamento, fanno scattare una sanzione pari a ben il 30% dell’importo totale o parziale non versato. Inoltre, se nel periodo di imposta il contribuente omette versamenti Iva per importi che, in base alla dichiarazione annuale, superano i 50 mila euro, allora scattano le sanzioni penali, ovverosia la punibilità con la reclusione per un periodo minimo di sei mesi e massimo due anni. In merito l’Amministrazione finanziaria precisa che la punibilità non scatta per effetto di un ritardo del versamento dell’imposta rispetto alle scadenze previste, ma quando l’omissione del versamento, per importi sopra i 50 mila euro, si protrae fino alla data del 27 dicembre dell’anno successivo al periodo di imposta di riferimento.

La reclusione, quindi, può scattare nel momento in cui il contribuente, sulla dichiarazione relativa al 2009, ha un debito Iva superiore ai 50 mila euro, e non lo salda entro la data del 27 dicembre del 2010. In vista della scadenza Iva del 16 marzo 2010, ricordiamo che i contribuenti che sono tenuti alla presentazione della dichiarazione IVA assieme al modello Unico possono sia versare l’importo a saldo dell’imposta 2009 entro il 16 marzo 2010 in un’unica soluzione, con il modello F24 utilizzando il codice tributo “6099 – IVA annuale saldo”, sia pagarlo a rate.

Per il pagamento in dilazione, in particolare, si può frazionare l’importo all’interno della rateazione sulle tasse da pagare con il modello Unico aggiungendo le dovute maggiorazioni. Allo stesso modo, per chi presenta invece la dichiarazione Iva in materia autonoma c’è la possibilità di versare il saldo Iva 2009 in un’unica soluzione, entro il 16 marzo 2010, oppure a rate con una maggiorazione mensile pari allo 0,33% dell’importo da pagare per ogni rata successiva alla prima.

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Commenti consentiti esclusivamente agli utenti registrati.