Tasse ridotte alle imprese che assumono giovani

di giannip 1

Mario Moretti Polegato, unico italiano chiamato per una lectio magistralis al G20 dei giovani imprenditori tenutosi nei giorni scorsi a Nizza. Un intervento di 25 minuti nel quale ha raccontato dinanzi ai giovani la sua esperienza di imprenditore. «Da un’idea nasce un business», é il motto di Mario Moretti Polegato, che ricordiamo, é fondatore e presidente di Geox. Secondo l’imprenditore occorrono nuove idee, spazio ai giovani e soprattutto alle imprese che investono assumendo personale al di sotto di una certa fascia di età.

Sono convinto che la stragrande maggioranza degli italiani sia disposta a fare sacrifici, anche pesanti – ci tiene a sottolineare -. Ma non serve raccogliere denari per tappare un buco. Occorre incentivare le imprese che esportano, non far pagare i contributi, per un certo periodo, a quelle aziende che assumano giovani dai 20 ai 25-26 anni. I quali, a loro volta, potrebbero programmare il proprio futuro, pensare a una famiglia, a una casa. In questo modo si risolverebbe un problema importante: quello psicologico. Chi non trova lavoro, infatti, è portato a credere di essere un incapace. Si può fare? Secondo me sì, e a costo zero. Certo, ci vuole fantasia. E ancora: insistere sulla formazione, sull’innovazione. E occorre soprattutto risvegliare questo popolo di inventori.

I dati di disoccupazione a settembre nell’Eurozona, rispetto ad agosto hanno fatto registrare un aumento nella Ue a 27 dal 9,6% al 9,7%. Aumenta soprattutto la disoccupazione giovanile che passa dal 28% al 29,3%, un vero e proprio balzo che ci fa indossare la maglia nera Ue per l’incremento percentuale. Nei mesi del 2011 già trascorsi poi, gli inattivi sono aumentati dello 0,2; ovvero 21 mila persone in più rispetto al 2010. Purtroppo pesa anche il lavoro nero, é probabile che questi dati siano falsati da un gruppo consistente di persone che prestano servizio senza alcuna tutela, ma questo non rifletterebbe certo una situazione più positiva per il nostro Paese.

Commenti (1)

I commenti sono disabilitati.