Tasse manovra: stangata con l’anticipo

di giannip 1

In questi ultimi giorni si è appreso della notizia di anticipare di un anno gli effetti della manovra correttiva triennale, ai fini del raggiungimento del pareggio di bilancio. Al riguardo c’è in corso una vera e propria disputa politica visto che secondo la posizione di alcuni partiti di opposizione l’Italia è stata sostanzialmente commissariata dalla Bce. E’ stata infatti proprio la Banca centrale europea a chiedere l’anticipo di un anno delle misure contenute nella manovra finanziaria, ed in cambio già da ieri, stando a quanto confermato dagli operatori sui mercati obbligazionari, è stato avviato un massiccio programma di acquisto di titoli di Stato italiani e spagnoli. Ma quanto costerà agli italiani l’anticipo di un anno della manovra?

Ebbene, la CGIA di Mestre, sempre molto reattiva con il proprio Ufficio Studi, ha “certificato” quello che l’italiano-medio può aspettarsi, ovverosia una stangata con un anno di anticipo a fronte di un ulteriore inasprimento della pressione fiscale, come se non bastasse. In particolare, secondo l’Associazione degli artigiani mestrina nel 2013 la pressione fiscale, con l’anticipo delle misure di correzione, andrà a toccare il livello record del 44,3%, sopra il livello, a sua volta record al tempo, del 43,7% che fu raggiunto nel 1997 quando gli italiani pagarono la cosiddetta “Eurotassa“.

Il giallo sulle condizioni imposte all’Italia dalla Banca centrale europea nelle ultime ore s’è tra l’altro fatto ancora più fitto visto che a quanto pare esisterebbe una lettera che la Bce ha inviato all’attuale Governo in carica, quello di centrodestra. Le opposizioni, ma anche le parti sociali ed i sindacati, su tutti la Cgil, chiedono che i contenuti di questa lettere vengano resi noti, e che si faccia al riguardo una vera e propria operazione verità. Questo perché il conto che gli italiani devono pagare sarà salato, salatissimo, ragion per cui è quantomeno auspicabile che il tutto avvenga nella massima trasparenza politica ed istituzionale.

Commenti (1)

I commenti sono disabilitati.