Studi di settore: Gerico 2010 valorizza il peso dei ricavi

di Redazione 1

La cosiddetta “versione beta” di Gerico 2010 ha un indubbio vantaggio: in effetti, essa consente di dare valore in maniera adeguata alla valutazione dei ricavi congrui, vale a dire di quei compensi che sono stati erogati nei riguardi degli amministratori soci. Come si procede dunque alla misura della variabile relativa proprio a questi specifici soci? Nell’ipotesi di un compenso che deriva da un contratto di lavoro dipendente o co.co.co., si può fare affidamento ai righi F19 o F16 (società di persone e di capitali), mentre negli altri casi tutto viene indicato nel quadro A. Se invece l’attività viene prestata senza l’attribuzione di un compenso, allora Gerico provvede a valorizzare la percentuale di lavoro che è stato prestato in base all’apporto; si tratta comunque di un sistema piuttosto particolare e che può dar vita a effetti distorti se si confrontano i vari tipi di società. La soluzione suggerita dall’Agenzia delle Entrate viene suggerita da un documento che risale ormai a due anni fa, la circolare 44/E del 2008.

 

In base a quanto suggerito nel testo appena citato, il risultato dello studio di settore potrà essere parametrato nuovamente mediante la cancellazione dal quadro F della voce relativa alle spese per i compensi corrisposti ai soci amministratori e l’imputazione contemporanea nel quadro A del numero dei soci che vengono dichiarati. Tutte le informazioni concernenti la verifica sull’esistenza o meno delle condizioni per il riconoscimento della riduzione e la sua entità si possono rintracciare nelle note metodologiche degli studi di settore che sono stati approvati nella versione sottoposta a revisione.

 

Prendendo spunto da tali variabili, la riduzione in questione potrebbero non essere competitiva in ogni tipo di situazione e, di conseguenza, l’ammontare totale potrebbe essere troppo variabile a seconda dei casi. Se gli studi non sono revisionati, infine, bisognerà segnalare ogni eventuale anomalia sulla stima del dato puntuale sui compensi erogati agli amministratori soci nell’apposito spazio “annotazioni”.

Commenti (1)

I commenti sono disabilitati.