Studi di settore 2013 pubblicati

di Massimo Parolisi Commenta

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato gli studi di settore 2013 relativi al periodo di imposta 2012 con relative istruzioni, sul proprio sito internet. Una volta collegatisi alla home page, il percorso da seguire è: Cosa devi fare – Dichiarare – Studi di settore e parametri – Studi di settore – Modelli e istruzioni – Modelli e istruzioni 2013.

Con il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate del 27 maggio scorso, l’Agenzia delle Entrate ha approvato dunque 205 modelli per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli studi di settore, insieme alle relative istruzioni, resi poi disponibili on line.

I nuovi modelli, approvati con il provvedimento del direttore dell’Agenzia, sono relativi a:

  • 51 studi per il settore delle manifatture
  • 60 studi per il settore dei servizi
  • 24 studi per i professionisti
  • 70 studi per il settore del commercio

Gli studi di settore permettono di stimare i ricavi o i compensi che possono essere attribuiti al contribuente e quindi verificare il posizionamento rispetto alla congruità e alla coerenza agli specifici indicatori. Essi si applicano sia agli esercenti attività di impresa o di lavoro autonomo che svolgono un’attività per la quale risulta approvato un apposito studio di settore.

Alcune categorie sono escluse dall’applicazione degli studi di settore, come ad esempio i soggetti con inizio dell’attività nel corso del periodo d’imposta, coloro che hanno cessato l’attività nel corso del periodo d’imposta e i contribuenti con un ammontare di ricavi o compensi dichiarati superiore a 5.164.569 euro.

Gli studi di settore sono suddivisi in quattro macroaree:

  • Servizi
  • Commercio
  • Manifatture
  • Professionisti

L’Agenzia utilizza il software Gerico che permette di calcolare la congruità e la coerenza economica per i 205 studi di settore applicabili per il periodo d’imposta 2012. Sono necessari comunque alcuni requisiti tecnici per utilizzare Gerico sul proprio PC:

  • è necessario avere sull’hard disk circa 25 MB liberi;
  • disporre dell’ambiente di run-time JAVA (versione 1.6);
  • è necessario avere installato il prodotto Acrobat Reader.