Gli incentivi francesi alla ricerca e sviluppo

di Redazione Commenta

Frequentemente in italia si discute su come incentivare ricerca e sviluppo e sul punto vi sono posizioni molto diverse in materia. In particolare si potrebbe prendere spunto da diverse normative innovative introdotte da alcuni Stai europei e farle proprie. Sul punto molti addetti ai lavori concordano sul fatto che la Francia abbia introdotto una delle normative più interessanti per favorire le imprese innovative.

Il sistema francese delle agevolazioni volte a favorire ricerca e sviluppo è stato introdotto a partire dal 1983 e ha pero iniziato a dare buoni a partire dal 2008 quando si è avuta una svolta radicale nel sistema di incentivazione. In particolare il sistema è stato convertito dal precedente “incremental based” (calcolato quindi sugli incrementi fatti anno per anno) ad un sistema “volume based” ossia proporzionale alle spese di ricerca e sviluppo sostenute. Pertanto in base alle nuove previsioni normative l’incentivo è ora pari a circa il 30 % sulle spese investite per quanto riguarda i primi cento milioni di euro. Oltre tale valore è comune riconosciuta una detrazione pari al 5 % senza limiti di spesa. Il credito è riportabile in bilancio per tre esercizi consecutivi e qualora non vanga fruito può comunque essere chiesto a rimborso tramutandolo quindi in denaro.

Tra i costi ammissibili vi sono quelli sostenuti per le spese di personale, per le spese generali ed amministrative e per le spese sostenute per i nuovi macchinari da adibire alle funzioni di ricerca. Le spese sono autorizzate anche al di fuori del territorio francese purché ricadano nell’ambito europeo e riguardino la base imponibile di un soggetto francese. Sino al 2012 la legge consentiva un beneficio maggiorato per le imprese che facevano richiesta per la prima volta del credito ma tale beneficio è stato successivamente eliminato e sostituito con cosiddetto “innovation tax credit”. Questa particolare forma di agevolazione consiste in un deduzione del 20 % per costi sostenuti per progetti pilota o sviluppo di prototipi.