Extra pensione Inpdap: entro il 28 maggio i redditi del 2009

di Redazione Commenta

I pensionati dell’Inpdap devono cerchiare in rosso sul calendario la data del prossimo 28 maggio: in particolare, ci stiamo riferendo a quei soggetti che nel corso del 2009 hanno percepito una somma in aggiunta per quel che riguarda l’integrazione della pensione di base e che possono beneficiare di questo specifico contributo anche quest’anno. Si tratta, in pratica, di una dichiarazione fiscale che è stata appositamente approntata dall’istituto previdenziale e che deve essere appunto consegnata dai contribuenti interessati entro e non oltre i prossimi venti giorni. Il mese di luglio sarà invece il periodo in cui si potranno ricevere gli importi extra. Tra l’altro, bisogna ricordare che questa stessa scadenza di maggio è valida per coloro che hanno acquisito il requisito dell’età (vale a dire il compimento dei 64 anni) entro il 30 giugno 2010; ovviamente, se si rientra in questo novero occorrerà indicare i redditi presunti nel documento in questione.

 

Cosa accade invece se il pensionato compie il sessantaquattresimo anno nel corso del secondo semestre di quest’anno? Il beneficio rimane in vigore, ma si potrà usufruirne soltanto fra qualche mese, più precisamente quando sarà stato maturato effettivamente il requisito: solo dopo questo momento, il pagamento potrà avere luogo con la prima rata.

 

A chi si rivolge di preciso l’Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell’Amministrazione Pubblica? Il contributo verrà elargito a quei cittadini che, come già anticipato, hanno compiuto i 64 anni di età e che percepiscono delle pensioni basse e con un reddito che non sia superiore agli 8.988,92 euro (si tratta delle pensioni da 691,46 euro al mese); se il limite viene superato, allora il beneficio fiscale viene corrisposto fino a quando non vi è coincidenza. Per quel che concerne infine la quantificazione esatta di questa somma, c’è da dire che conta l’anzianità contributiva e si passa dai 330 euro per chi ha maturato quindici anni di contributi, fino a 504 euro per i 25 anni.