Debutta il nuovo modello 730

di Sofia Martini Commenta

 L’Agenzia delle Entrate ha finalmente messo a punto il nuovo modello 730 per il 2013, attraverso il quale sarà possibile emettere la dichiarazione dei proprio redditi, i redditi del 2013. Si tratta di un modello in continuità con quelli utilizzati in passato, ma che ha recepito tutte le principali novità fiscale occorse nell’ultimo anno. 

Prima di Natale 75 milioni di rimborsi Irpef per i disoccupati

Ci sarà infatti la possibilità della presentazione del modello 730, da parte di tutti quei contribuenti che non hanno più un sostituto di imposta, ma che ce lo hanno avuto in passato, oppure molto più spazio a disposizione di coloro che vogliono richiedere il bonus mobili o le altre detrazione al 65 per cento relative agli interventi antisismici.

Perdita del sostituto d’imposta

Con il nuovo 730 è stato poi inaugurato il capitolo della compensazione ad ampio raggio. Si potrà infatti pagare le tasse nel 2014 utilizzando i versamenti in più delle altre imposte sempre attraverso il 730 . Anche la Tares, ad esempio, potrà essere pagata attraverso il 730, mentre ciò sarà valido anche per  altre imposte fino ad oggi pagate attraverso il modello F24.

Le novità del nuovo modello 730, tuttavia, non si fermano qui.  Vi sarà anche una nuova sezione del modello riservata al bonus mobili e un riquadro apposito per le detrazioni al 65 per cento da effettuare in caso di adozione di misure anti sismiche sugli immobili.

Infine, un’altra grande novità è rappresentata dal fatto che per le detrazioni liberali rivolte ad Onlus e partiti sarà concessa una percentuale più alta che in passato che sfiora oggi il 24 per cento.