Contenzioso fiscale: Entrate Campania, maxi-recupero imposte

di giannip Commenta

L’Agenzia delle Entrate, ed in particolare la Direzione regionale della Campania, ha reso noto che l’ufficio di Napoli 2 ha ottenuto in Cassazione una vittoria nell’ambito di un contenzioso con un’azienda che gestiva un grande parco divertimenti. Trattasi, nello specifico, di una vittoria da ben 12 milioni di euro nell’ambito di un accertamento che ha portato a scovare un’evasione pari a ben 20 milioni di euro di ricavi che, considerando tutte le tasse evase sul fatturato, unitamente alle sanzioni, hanno fatto scattare imposte per ben 12 milioni di euro. Nel dettaglio, la società, pur operando con finalità di lucro, aveva commissionato ad una tipografia la stampa di ben 1,5 milioni di biglietti omaggio per il parco divertimenti. Nell’ambito di tale iniziativa l’ufficio di Napoli 2 ha conseguentemente accertato come l’operazione fosse finalizzata alla mancata emissione di altrettanti biglietti; quindi, dai biglietti omaggio è “scattata” l’evasione dei ricavi, attraverso una deduzione impropria dei costi, per i quali il Fisco ha avviato una contestazione che ha interessato tutti i vari gradi di giudizio a livello provinciale e regionale fino ad arrivare alla Cassazione.

Gli 1,5 milioni di biglietti omaggio commissionati alla tipografia, infatti, risultavano essere regolarmente numerati ma senza che riportassero il visto della Siae; e non a caso la Cassazione ha ritenuto come l’ingente quantità di biglietti stampati fosse incompatibile con le finalità di lucro dell’azienda che gestiva il parco divertimenti.

Inoltre, la Direzione Campania dell’Agenzia delle Entrate ha sottolineato con una nota come sia la Suprema Corte, sia la Commissione Tributaria Regionale, abbiano riconosciuto il fatto che l’ufficio di Napoli 2 ha provveduto a risalire, e quindi, determinare, ai ricavi non contabilizzati, e quindi evasi, adottando criteri e metodologie trasparenti. Soddisfazione sul maxi-recupero di imposta è stata espressa dal Direttore delle Entrate della Campania, il quale ha sottolineato come il completamento della riorganizzazione degli Uffici garantirà, tra l’altro, un potenziamento delle attività al servizio dei contribuenti.