Come si paga la cedolare secca nel 2013

di Redazione Commenta

Ieri abbiamo visto cosa è la cedolare secca, e quale sia il suo funzionamento. In merito, ricordiamo che la cedolare secca è un regime di imposizione fiscale alternativo a quello tradizionale, sostitutivo di Irpef e altre imposte pagate ordinariamente sui redditi da locazione. Vediamo dunque quali siano le modalità e le scadenze di pagamento della cedolare per il 2013.

Anzitutto, ricordiamo che dallo scorso anno la misura dell’acconto cedolare secca è fissata nel 95 per cento dell’importo della cedolare secca che risulta dovuta per tale anno (nel 2011 la percentuale dell’acconto era stata dell’85 per cento).

Il pagamento va effettuato in due alternative:

  1. Entro il 30 novembre di ogni anno (2 dicembre per il 2013) se l’importo è inferiore a 257,52 euro, e in un’unica soluzione
  2. In due rate, se l’importo dovuto è superiore a 257,52 euro. In questo caso la prima rata è del 40 per cento e va versata entro il 16 giugno (nel 2013 era il 17 giugno; oppure 8 luglio per le persone fisiche che fruiscono della proroga concessa ai soggetti interessati dagli studi di settore); la seconda rata, del restante 60 per cento, entro il 30 novembre (2 dicembre per il 2013).

In proposito, sul suo sito internet l’Agenzia delle Entrate ricorda come l’acconto non è dovuto quando l’anno di prima applicazione della cedolare secca è anche il primo anno di possesso dell’immobile, considerato che il relativo reddito nel precedente periodo di imposta non è stato assoggettato a imposta (vedi anche il nostro speciale su come funziona la cedolare secca).

Ancora, l’Agenzia segnala come per il saldo dell’imposta sostitutiva si applicano le stesse regole previste per l’Irpef: il versamento va effettuato entro il 16 giugno dell’anno successivo a quello cui si riferisce, o entro il 16 luglio, con la maggiorazione dello 0,40% (nel 2013, 17 giugno oppure 8 luglio per le persone fisiche che fruiscono della proroga concessa ai soggetti interessati dagli studi di settore, senza maggiorazione; 20 agosto con la maggiorazione).