Le ultime novità gestionali dell’Irs

di Redazione Commenta

L’Internal Revenue Service, l’amministrazione finanziaria degli Stati Uniti, ha deciso di cambiare: in effetti, l’agenzia americana ha scelto di modificare la gestione di alcune tematiche, vale a dire quelle relative alla risoluzione delle controversie dal punto di vista internazionale e anche quelle relative al cosiddetto “transfer pricing”. Che cosa bisogna attendersi di preciso? La prima novità a cui si è fatto riferimento non è altro che il trasferimento dell’Apa Program (l’acronimo in questione sta a indicare l’Advance Pricing Agreement) dalle competenze dello Chef Counsel a quelle del Transfer Pricing Director, il quale fa capo alla Large Business and International Division.

Entrando maggiormente nel dettaglio, tale divisione si occupa di gestire i controllo e le altre attività che hanno a che fare con l’ambito internazionale, con un particolare riguardo per quegli assets finanziari che superano la soglia dei dieci milioni di dollari. Il contrasto all’evasione fiscale, è quasi scontato aggiungerlo, sarà uno degli obiettivi peculiari in questo senso. In aggiunta, il governo di Washington punta con decisione a migliorare il coordinamento attuale con tutte quelle nazioni che hanno sottoscritto una convenzione che riguarda la doppia imposizione. La supervisione del programma per lo scambio di informazioni sarà un ulteriore valore aggiunto per perfezionare l’attività in questione.

Per il resto, l’Irs ha reso note le altre finalità che dovranno essere raggiunte in tempi non troppo lunghi. Nello specifico, si tratta anche della promozione della conclusione di accordi tra autorità competenti, oltre al supporto del Tesoro a stelle e strisce per quel che concerne gli accordi relativi alla doppia imposizione e lo scambio di dati e informazioni a fini tributari. Tutto questo riallineamento dal punto di vista gestionale avrà bisogno senza dubbio di alcuni mesi, tanto che l’agenzia non ha ancora precisato la data effettiva in cui i cambiamenti diventeranno effettivi e concreti, anche se esiste una apposita sezione sul sito ufficiale per sciogliere i dubbi principali.