Tasse universitarie: l’Ateneo di Udine rinvia a giugno pagamento seconda rata

di giannip Commenta

Con la crisi economica per le famiglie, i cui redditi sono in media diminuiti, spesso drasticamente, è diventato sempre più difficile far fronte alle spese obbligate: dalle utenze energetiche a quelle telefoniche passando per la rata del mutuo, la tassa rifiuti e quella per il servizio idrico. Il Consiglio di Amministrazione dell’Università di Udine, congiuntamente ed all’unanimità con le delibere del Senato accademico dell’Ateneo, consci delle difficoltà che si trovano ad affrontare le famiglie, hanno così deciso di prorogare al giugno del 2009 il termine di pagamento della seconda rata delle tasse che gli studenti universitari sono chiamati a saldare. La scadenza di pagamento, rispetto al 30 aprile 2009, slitta così all’1 giugno 2009 per venire incontro alle difficoltà delle famiglie e, soprattutto, degli studenti universitari iscritti all’Ateneo friulano. Nell’Ateneo di Udine l’importo delle tasse universitarie per l’anno accademico in corso è stato tra l’altro oggetto di una ridefinizione avvantaggiando le famiglie a medio o basso reddito, e rivedendo verso l’altro gli importi nei confronti di quegli studenti universitari il cui nucleo familiare ha redditi elevati.

Con la conseguenza che gli importi delle tasse per l’Università ad Udine partono, per l’anno accademico 2008-2009, da un minimo di 550 ad un massimo pari a poco più di 1.400 euro; in particolare gli importi massimi per la seconda rata, da pagare a seguito della proroga entro l’1 giugno, arrivano ad un massimo di 825 euro, mentre tendono a decrescere per i redditi più bassi fino ad arrivare ad azzerarsi per gli studenti di famiglie con redditi molto bassi.

L’Ateneo, tra l’altro, offre agli studenti universitari un servizio gratuito finalizzato a fornire sostegno ed assistenza nella compilazione delle pratiche, dall’autocertificazione del patrimonio a quella del reddito, per ottenere la riduzione degli importi da pagare per le tasse e per i contributi. A sostegno dell’attività didattica, e per orientare al meglio gli studenti nelle scelte, l’Ateneo offre un servizio di tutorato gratuito finalizzato alla scelta del piano di studi più congeniale con le proprie attitudini, ma anche dei “kit informativi” sui programmi, sulle prove d’esame delle materie, su quelle pratiche e sugli esercizi.