Per gli F24 sopra i 1000 euro pagamenti telematici a partire da ottobre

di Sofia Martini Commenta

Si procederà a partire da domani primo ottobre, ad una verifica selettiva dei pagamenti fiscali. Sarà obbligatorio presentare in maniera telematica i modelli F24 superiori a mille euro. Così, per contribuenti e professionisti è necessario passare in rassegna le deleghe, differenziandole in base all’entità dei soggetti e alle tipologie di tributo.

Differenti sono i canali da tenere d’occhio per procedere con il pagamento, in base alle tipologie di casistiche.

Il modello F24 a saldo zero

Va presentato tramite i canali telematici disponibili presso l’agenzia delle Entrate. Pagare la delega è possibile nelle seguenti modalità:

– F24 online;

– F24 web;

– F24 cumulativo.

Ai privati non sarà più concesso presentare i modelli a saldo zero per effetto di compensazioni in formato cartaceo rivolgendosi a sportelli bancari/postali o uffici della riscossione, e nemmeno in via telematica per mezzo dei servizi home/remote banking connessi al circuito Cbi. Per i soggetti titolari di partita Iva va sottolineato che che le modifiche sono applicabili anche in ambito Iva, con riferimento alla compensazione a saldo zero di crediti Iva che non superano i 5mila euro, i quali non potranno più essere versati mediante l’home banking, ma dovranno transitare per i canali telematici dell’Agenzia.

-Pagamento F24 compensato con saldo a debito
Alle modalità di pagamento disponibili per l’F24 a saldo zero si aggiungono anche gli intermediari della riscossione convenzionati con la stessa:  banche, poste e agenti della riscossione.

– Pagamento F24 oltre mille euro senza compensazioni

L’uso dei servizi telematici “F24 online”, “F24 web” e “F24 cumulativo” dell’agenzia delle Entrate diventa obbligatorio. I soggetti privati non potranno più presentare l’F24 in formato cartaceo presso gli sportelli bancari, gli uffici postali o gli agenti della riscossione.