Nuova circolare dell’Inps sulla riorganizzazione logistica

di Redazione 1

La circolare numero 141 che l’Inps ha pubblicato in queste ultime ore ha avuto ancora una volta come oggetto l’integrazione dal punto di vista logistico dell’Inpdap e dell’Enpals nell’ente previdenziale: volendo essere ancora più precisi, si è fatto riferimento all’approvazione dei piani operativi regionali per razionalizzare il patrimonio immobiliare strumentale, oltre alla programmazione delle varie attività e alla programmazione di quelle future. Come è noto, Inpdap e Enpals sono state soppresse da tempo e un anno fa tutte le loro funzioni sono state attribuite all’Inps. Ecco perché si è resa necessaria una razionalizzazione utile ed efficiente.

Anche due settimane fa, inoltre, c’è stata una circolare dell’Inps sulla riorganizzazione dell’Enpals. Inoltre, non bisogna nemmeno dimenticare che sono in atto da tempo le verifiche dell’Inps sulle pensioni dell’ex gestione Inpdap. Tornando a parlare delle programmazioni future, la circolare a cui si sta facendo riferimento è utile perché ha confermato l’avvio del riassetto logistico del patrimonio strumentale, altrimenti si poteva rischiare una inutile confusione. In aggiunta, non sarà interrotto, come è giusto che sia, il monitoraggio dello stato di attuazione degli interventi che sono stati fissati per tutto il territorio italiano (per ora è stato sempre costante e puntuale). Di conseguenza si sfrutterà con decisione la procedura informatica che è già stata attuata per quel che concerne il programma dell’Inps, con una ulteriore e apposita implementazione.

L’intento principale è quello di controllare che si realizzino gli interventi prefissati, rilasciando in maniera progressiva gli stabili, rendendo possibile una comunicazione rapida e tempestiva agli organi vigilanti su quelle che sono le superfici non più usate. La procedura in questione diventerà disponibile nel giro dei prossimi mesi e darà la possibilità agli utenti di capire quali sono gli interventi e i programmi di rilievo; infine, saranno rilevate anche le azioni amministrative per ridimensionare le spese di funzionamento degli immobili liberati o che hanno visto ridursi le superfici.

Commenti (1)

I commenti sono disabilitati.