La tutela del nucleo famigliare comincia dalla polizza Rc capofamiglia

di giannip Commenta

polizza capofamiglia

E’ bene non farsi ingannare dal nome della polizza, la copertura infatti è estesa a tutta la famiglia, animali domestici compresi

Nella nostra società la famiglia è una sorta di microcosmo, la cellula che sta alla base di un sistema più complesso.

Si può parlare, e non a torto, del primo luogo dove imparare a bilanciare diritti e doveri, intuire i limiti della libertà dettati dalla convivenza, dove apprendere il valore del dialogo e valutare la prospettiva del confronto.

Se la famiglia è il luogo di apprendimento per eccellenza non possiamo dimenticare che è anche sinonimo di grande responsabilità.

Chi sceglie di dar vita ad un nuovo nucleo, di sposarsi o convivere, mettere al mondo dei figli, apprezzerà sicuramente le gioie che questa realtà è in grado di infondere, ma si renderà conto che il risvolto della medaglia è costellato di responsabilità di cui farsi carico.

Il nucleo famigliare e le responsabilità: utile godere di una polizza Rc capofamiglia

Osservando da vicino una famiglia tipo, alle prese con gli eventi della vita quotidiana, scopriamo un andamento schematico ma assolutamente consueto.

Lo scorrere della vita porta ciascun membro del nucleo famigliare ad esporsi a rischi.

E’ facile intuire che anche a fronte di mansioni e compiti decisamente normali può celarsi un rischio, al quale come ci spiega il team di MioAssicuratore è possibile far fronte con un’adeguata polizza Rc capofamiglia.

Nel quotidiano sono davvero molte le difficoltà che possono coinvolgere la famiglia tipo, la mamma che svolge mansioni casalinghe e va a fare la spesa, i bimbi che vanno a scuola, fanno attività sportiva in palestra, il padre che si reca quotidianamente al lavoro, sceglie di fare sport o coltivare un hobby.

Non mancano poi le scelte di vita nel tempo libero, le vacanze, il divertimento.

Ogni singolo istante di vita può nascondere delle insidie, più o meno prevedibili, e ogni membro della famiglia può anche inconsapevolmente procurare danni o disagi a scuola, sul lavoro, a casa, durante il tempo libero.

Danni che coinvolgono altre persone, cose appartenenti ad altri, animali.

Spesso non si tratta di gesti compiuti con l’intento di danneggiare la proprietà altrui, ma sappiamo bene quanto ad esempio un bambino, anche se educato e giudizioso, coinvolto dal gioco risulti sbadato e possa far cadere un compagno e procurargli lesioni, o magari rompergli gli occhiali.

Anche la casalinga più attenta e scrupolosa può inavvertitamente procure un disagio ad altri, così come il padre più serio può compiere un gesto inappropriato e non voluto per sbadataggine, magari perché stanco dopo una giornata di lavoro.

Se è impossibile evitare danni imprevisti, è invece possibile garantirsi un’ancora di salvezza per sanare situazioni che vedono costretto il capofamiglia a risarcire anche danni piuttosto cospicui.

Lo strumento giusto per dormire sonni tranquilli è sottoscrivere un‘assicurazione responsabilità civile capofamiglia, per mettersi al riparo da danni a terzi e a beni e allo stesso tempo tutelare i componenti del nucleo famigliare.

Cosa copre la polizza Rc capofamiglia

Le compagnie assicuratrici hanno messo sul mercato tutta una serie di prodotti a tutela della famiglia. Una copertura come la Rc capofamiglia diventa un alleato importante nel caso di figli piccoli, presenza di animali domestici, che possono facilmente provocare danni.

E’ bene non farsi ingannare dal nome della polizza, infatti la copertura non considera soltanto il capofamiglia ma è estesa a tutta la famiglia.

La polizza consente alla famiglia di godere di un risarcimento per sanare danni colposi, quelli causati da persone, nel caso in cui invece a creare il danno sia un gatto, un cane, o comunque un animale domestico, il risarcimento scatta anche in caso di dolo.

Ogni polizza propone clausole, garanzie e franchigie diverse.

Si tratta soltanto di confrontare le varie coperture, magari facendosi aiutare da un comparatore online, e scegliere quella che meglio si adegua alle esigenze famigliari, tenendo in considerazione anche l’aspetto convenienza.

E’ bene sottolineare che la polizza capofamiglia non copre incidenti occorsi sul lavoro, ma risulta perfetta per sanare i danni causati da un figlio minore, quelli dovuti alla rottura di un tubo, o quelli che sono diretta conseguenza dell’attività di un collaboratore domestico.

Talvolta risulta parte integrante della copertura l’assistenza sanitaria, che si può richiedere con immediatezza attraverso una consulenza telefonica contattando un medico specialista, se poi il caso risulta particolarmente grave può essere previsto l’invio di un’ambulanza o di un medico direttamente al domicilio della famiglia.

La tipologia e l’ampiezza della copertura dipendono essenzialmente dalle clausole inserite nella polizza al momento della sottoscrizione.