Iva al 23% partirà da settembre 2012

di giannip 3

Sta facendo discutere molto l’aumento dell’IVA al 23%: l’imposta era già stata aumentata di un punto percentuale a settembre di quest’anno, posto in essere dal governo Berlusconi e ora il nuovo premier ha pensato di rincarare la dose. La grande distribuzione ha in genere ammortizzato questo punto percentuale e non ci sono stati grandi sconvolgimenti, ma un IVA al 23% é di più ampio spessore ed é al centro delle polemiche di vari settori, nonchè dei cittadini. L’IVA passerà dal 21% al 23% dal primo settembre 2012 e c’è da precisare, per stemperare almeno un po’ gli animi, che la misura entrerà in vigore solo se necessaria per coprire la delega fiscale del governo precedente.

L’aumento delle aliquote Iva e delle accise sui carburanti si ripercuoterà sull’inflazione – ha spiegato il presidente dei magistrati contabili Luigi Giampaolino -, con un effetto che, prudenzialmente, può essere stimato di almeno un punto percentuale. Il ricorso alle maggiori entrate rischia di creare una spirale negativa, nella quale dosi sempre maggiori di restrizione sono imposte proprio dagli impulsi recessivi trasmessi all’economia.

Ciò nonostante, un italiano su tre, approva la manovra “Salva-Italia” del governo Mario Monti per riportare la fiducia sui mercati e dare un po’ di ossigeno alle casse del nostro stato, le cui incertezze minacciano l’euro. I dati emergono da un sondaggio realizzato il 5 dicembre dall’Ispo di Renato Mannheimer. La misura che però sembra piacere meno, sempre secondo i dati rilevati dall’indagine, é rappresentata proprio dall’aumento dell’Iva, seguono la reintroduzione dell’Ici sulla prima casa e la possibilità per le Regioni di aumentare le tasse sui redditi. Se agli italiani non piace dover pagare il 2% in più sui beni di consumo, si dicono invece soddisfatti della tassa sui beni di lusso, dei tagli alla politica, degli sconti fiscali per le imprese che reinvestono utili nell’azienda ed infine, anche della tassazione sui capitali scudati.

 

 

 

 

 

Commenti (3)

I commenti sono disabilitati.