Germania, nuova tassazione per i prezzi dei biglietti aerei

di Redazione Commenta

Un incremento pari a 0,6 punti percentuali: ammonta a tanto il rincaro delle tariffe aeree relative alla Germania nel corso del mese di gennaio, un dato che giunge direttamente dallo Statisches Bundesamt Deuschland (Destatis), l’Istat in salsa teutonica, il quale ha messo in evidenza un trend piuttosto inconsueto per questo settore e per questo specifico periodo. Ma la spiegazione è semplice. L’aumento deve essere collegato a una specifica legge, l’Aviation Tax Act, un provvedimento del governo di Berlino che ha agevolato senz’altro le differenze tra tariffe dei voli tedeschi (+8,3%) e quelli europei (+2,6%). Tra l’altro, a livello internazionale queste stesse tariffe tendono invece a diminuire in maniera considerevole.


L’atto citato in precedenza prevede in tal caso che vi sia una ben mirata imposizione fiscale, le cui aliquote dipendono essenzialmente dal tipo di aeromobili, dal loro rumore, dal consumo di energia e dai chilometri percorsi durante i viaggi: la manovra finanziaria comprende questa e molte altre misure ed è volta a contrastare efficacemente la crisi finanziaria globale, nonché a rendere più solide le casse statali. Si potrebbe forse parlare di una novella “carbon tax”, visto che uno degli obiettivi dichiarati è quello di ridurre l’inquinamento dell’ambiente, collegando la tassazione alle emissioni di gas in atmosfera; comunque, per il momento si riconoscono soltanto i benefici economici e la stessa legge potrebbe subire delle modifiche strutturali a breve.

Entrando maggiormente nel dettaglio, c’è da dire che l’Aviation Tax Act contempla tre casistiche fondamentali, ovvero le tratte a corto raggio (meno di 2.500 chilometri: la tassa è pari a otto euro per ogni passeggero), a medio raggio (tra 2.500 e 6.000 chilometri: la tassa sale a 25 euro) e a lungo raggio (oltre i 6.000 chilometri, con un’imposizione fiscale pari a 45 euro); le esenzioni tributarie non mancano, comunque, e vanno a riguardare i jet privati, i voli cargo, i trasporti militari e i voli di transito.