Il fisco sul web piace agli italiani

di giannip Commenta

A più di due anni dall’ultimo restyling, l’Agenzia delle Entrate continua il percorso verso un sistema di informazione ed assistenza on line di tipo personalizzato, consentendo alle diverse tipologie di utenti di individuare i servizi ed i contenuti d’interesse, tutto con semplicità e rapidità. Che sia tutto più semplice lo dimostrano i dati: nel 2008 servizi telematici in crescita e uffici sempre più operativi e anno record per il cassetto fiscale. Servizi telematici in forte crescita con un più 75% per l’utilizzo del cassetto fiscale e un più 9% per i versamenti con F24 online.

Il 2009 ha contribuito al processo di semplificazione grazie all’introduzione di Unico Mini, versione estremamente semplificata del Modello Unico persone fisiche, composta da solo 4 pagine. Il modello può essere utilizzato da circa 4 milioni di contribuenti con situazioni reddituali più comuni.

Inoltre dopo il modello Unico per le persone fisiche e l’F24, arriva un nuovo servizio online, in tempo utile per le scadenze di gennaio, che permettera’ ai contribuenti di registrare i contratti di locazione e pagare le relative imposte con pochi click dal proprio computer. Non sara’ piu’ necessario scaricare e installare un software dedicato, ne’ utilizzare il modello F23 cartaceo – si legge nel comunicato – ma basterà accedere alla sezione ‘Contratti di locazione’ del menu’ ‘Strumenti’ dell’area autenticata del sito ‘telematici.agenziaentrate.gov.it‘ per effettuare direttamente su Internet le proprie operazioni,

comunicava l’Agenzia delle Entrate in una nota a fine gennaio. E il portale ha riscosso successo: sono già 400 i contratti registrati e 750 i pagamenti effettuati. I numeri testimoniano l’apprezzamento dei canali web che facilitano gli adempimenti tributari ed inoltre offrono informazioni e servizi in maniera più semplice e rapida. Nel 2008 fra chiamate, e-mail e risposte via sms è stata sfiorata quota 2 milioni (in totale 1.909.434 i contribuenti che hanno contattato l’Agenzia), di cui circa un milione e mezzo via telefono attraverso il numero unico (848.800.444).