Contributi Inps volontari: come e dove pagarli

di Fil Commenta

Aumentano i canali attraverso i quali in Italia si possono pagare all’Inps, Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale, i contributi volontari. Innanzitutto proprio l’Inps, l’8 giugno scorso, con una apposita Circolare, la numero 79, ha reso noto che è decaduta la modalità di pagamento dei contributi volontari andando ad utilizzare i classici bollettini di conto corrente postale; ma nello stesso tempo sono complessivamente ben sei i canali a disposizione per la contribuzione volontaria. Ad esempio, il pagamento mediate avviso dei contributi volontari si può effettuare a mezzo bollettino MAV senza commissioni aggiuntive se per il pagamento ci si rivolge ad un qualsiasi istituto di credito. Nel caso in cui il cittadino al riguardo chieda la generazione di un bollettino MAV, questo è inoltre sempre possibile collegandosi al sito Internet dell’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale (Inps), www.inps.it, ed accedendo all’apposita sezione “Servizi on line“.

Così come, anziché con il bollettino MAV, i contributi volontari si possono pagare con carta di credito dal sito dell’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale (Inps), oppure sempre con moneta elettronica telefonando all’803.164, che è un numero verde gratuito. Per chi annualmente vuole versare i contributi volontari senza pensieri, ovverosia senza dover ogni volta attivarsi per il pagamento a mezzo carta di credito o MAV, c’è anche il Rid bancario che si attiva compilando e presentando l’apposito modulo presso il proprio Istituto di credito.

Sul pagamento dei contributi volontari l’Inps, Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale, ha ricordato con una nota come sia sempre possibile richiedere la copertura contributiva volontaria per periodi inferiori al trimestre andando a chiedere la conseguente modifica degli importi. In questo caso basta o accedere ad un’apposita procedura presente sul sito dell’Inps, www.inps.it, oppure chiamando al numero verde gratuito sopra indicato e comunicando all’operatore quali debbano essere i dati che occorre andare a sostituire.