Compensazione Iva: controlli e recuperi si spostano a Venezia

di giannip Commenta

In materia di compensazioni sull’imposta sul valore aggiunto (Iva), ed in particolare sui controlli e sulle irregolarità, la macchina amministrativa dell’Agenzia delle Entrate si sposta ufficialmente presso il Centro operativo di Venezia, che per l’occasione è stato oggetto di un restyling. A darne notizia nella giornata di ieri, mercoledì 30 marzo 2011, è stata proprio l’Amministrazione finanziaria dello Stato a seguito di un provvedimento che è stato firmato dal Direttore dell’Agenzia delle Entrate. I controlli riguardano le verifiche sui crediti Iva annuali ed infrannuali che vengono portati in compensazione, per importi sopra il livello dei 10 mila euro, senza passare per i canali telematici dell’Amministrazione finanziaria dello Stato. Una volta effettuate le verifiche, e riscontrate le irregolarità nelle operazioni di compensazione, il Centro operativo di Venezia ha altresì la competenza di poter sia emettere per questi crediti degli atti di recupero, sia andare a gestire per tali somme l’iscrizione a ruolo e la gestione dei versamenti in sede di acquiescenza.

Al riguardo l’Agenzia delle Entrate con una nota di ieri ha fatto presente ed ha ricordato come il Decreto Legge numero 78 del 2009, ovverosia il cosiddetto “Decreto Anticrisi”, disponga che i crediti Iva sopra la soglia dei 10 mila euro si possano portare in compensazione solo dopo che è stata presentata la dichiarazione annuale ai fini dell’imposta sul valore aggiunto (Iva), oppure l’istanza trimestrale, e comunque non prima del sedicesimo giorno del mese successivo a quello di presentazione dell’istanza.

Quindi, il Centro operativo di Venezia andrà a controllare quelle compensazioni irregolari effettuate, ad esempio, tramite banche o uffici postali; questo perché tali deleghe non vengono scartate in automatico ma vengono poi elaborate in via centralizzata in base a delle apposite liste. Sul sito Internet dell’Agenzia delle Entrate, www.agenziaentrate.gov.it, è possibile prendere visione del Provvedimento firmato dal Direttore come sempre nell’apposita sezione sui “Provvedimenti, Circolari e Risoluzioni“.