Nel 2010 crescono gli assegni per le famiglie numerose

di Redazione 7

Nel 2010 vi sarà dunque un interessante incremento per quel che riguarda gli assegni mensili destinati ai nuclei familiari più numerosi e quelli di maternità: l’aumento in questione è pari allo 0,7%, una correzione al rialzo che è stata decisa e calcolata in base alle variazioni dei prezzi al consumo, in relazione alle famiglie in cui vivono impiegati e operai. Quindi, si tratta dei rilevamenti effettuati dall’Istat e a cui i contributi devono essere adeguati ogni anno. Questi particolari assegni, nel caso in cui siano dovuti per intero, diventano pari a 129,79 euro mensili: come è stato precisato nel comunicato del Dipartimento delle Politiche per la Famiglia, il valore Ise (Indicatore della Situazione Economica) è di 23.362,70 euro, ma solamente se la famiglia destinataria dell’assegno è composta da cinque componenti. Bisogna ricordare, per essere più precisi, che tale bonus è stato introdotto dalla legge 448 del 1998 (si tratta delle “Misure di finanza pubblica per la stabilizzazione e lo sviluppo”) ed è riservato alle famiglie composte da cittadini che risiedono in Italia, con almeno tre figli a proprio carico e un reddito complessivo non superiore a quelli che sono i limiti stabiliti dai parametri Ise.

 

Questi ultimi tengono conto, in particolare, del numero di componenti e di situazioni come l’inabilità. Il contributo deve essere versato dal Comune di residenza e ad esso provvede l’Inps. Come è già stato accennato, la rivalutazione si riferisce anche all’assegno di maternità, il quale è espressamente previsto per le nascite, le adozioni senza affidamento e gli affidamenti preadottivi: la quota in questo caso ammonta a 311,27 euro, grazie ai paletti fissati dall’Ise.

 

La richiesta deve essere effettuata dalla mamma che non lavora come da quella lavoratrice, nell’ipotesi in cui non abbia diritto all’indennità dell’Inps o alla retribuzione per la maternità: anche le cittadine extracomunitarie con carta di soggiorno possono presentare la domanda al Comune di residenza, entro sei mesi dall’evento relativo alla stessa maternità.

Commenti (7)

  1. salve sono un capofamigli con 4 figli minori ecco vorrei sapere se mi spetta un bonus dalla regione!!!!!! Grazie

  2. siamo una famiglia di marito moglie quattro figli e due nipoti a carico del marito che percepisce pensione inpdap di 12000 euro circa all’anno ho diritto al bonus per famiglie numerose per quali anni (se mai percepito ) e achi mi devo rivolgere per averlo. grazie

  3. SIAMO UNA FAM. CON 6 FIGLI MINORI E SONO INCINTA DI DUE GEMELLI E MIO MARITO E DISOCUPATO ,VORREI SAPERE DOVE POTREI RIVOLGERMI PER POTER AVERE IL BONUS DELLE FAM. NUMEROSE.GRAZIE

  4. @DRAGOMIR CORNEL
    Buongiorno, per ottenere l’erogazione dell’assegno potete rivolgervi al vostro comune di residenza, ma anche alla sede dell’Inps più vicina: vi ricordo che l’istanza per il bonus relativo a quest’anno può essere presentata entro e non oltre il 31 dicembre 2010. Cordiali saluti

  5. @patrizio abbenante
    Buongiorno signor Patrizio, ovviamente può avere diritto a questo assegno, ma deve rivolgersi al Comune e non alla regione. Cordiali saluti

  6. @paderno sandro
    Buongiorno signor Sandro,
    il contributo in questione è relativo a quest’anno, anche per chi non lo ha mai percepito (l’importo massimo è pari a 129,79 euro al mese); come ho già scritto in altre risposte, può tranquillamente rivolgersi al suo comune di residenza, oppure all’Inps. Cordiali saluti

  7. famiglia numerosa composta da marito operaio moglie casalinga 3 figli minoreni e 2 apena magioreni tutti studenti con un isse che non supera 4900 euro vole sapere de a diritto a un assegnio de sustegno economico dall comune di residenza(gessopalena) grazie!

I commenti sono disabilitati.