Tari, le agevolazioni per i nuclei familiari

di Sofia Martini Commenta

Dopo Tasi e Imu arriva il pagamento della nuova Tari, tassa sui rifiuti, già fissata in molte città. A Milano la data è fissata al 16 settembre e al 30 novembre. Il Comune spedirà a casa dei suoi cittadini i bollettini F24. Per fare qualche esempio di calcolo, un single in una casa da 50 metri quadrati pagherà da 126,96 euro, due euro in meno rispetto ai 128,39 all’anno precedente; una famiglia di tre persone che vive in 80 mq. pagherà 266,62 euro contro i 269,62. Sconto del 25% per i 48.585 nuclei di quattro o più componenti che abitano in case fino a 120 mq. Riduzioni per le 760 scuole paritarie (1,04 euro al metro quadrato) per gli alberghi (0,50 euro/mq), sconti di 1,20 euro/mq  per negozi di ortofrutta e pizza al taglio, bar e pasticcerie.

Mini guida sulle tasse sugli immobili, scadenze e destinatari

A Roma si paga il 4% in più rispetto al 2013, con una aggiunta in di circa 17 euro sulla tariffa massima, mentre si riducono le agevolazioni, che saranno di 12 milioni quest’anno. A Torino, le 75mila famiglie con un reddito Isee sotto a 24mila euro pagheranno la Tari con uno sconto dal 25 al 50%.

Per usufruire delle agevolazioni, le famiglie dovranno presentare l’attestazione Isee entro il prossimo 18 luglio e i nuclei familiari con un reddito compreso tra i 17mila ed i 24mila euro avranno uno sconto del 25%, chi ha reddito incluso tra i 13 ed i 17mila euro usufruiranno di uno sconto del 35%, mentre le famiglie che hanno un reddito inferiore a 13mila euro avranno una riduzione pari al 50% dell’importo da pagare.