Segnalazioni al 117 aumentate dell’80 %

di Alessandra Manco 1

Gli italiani cominciano in massa a non sopportare più gli atteggiamenti dei cittadini che non emettono fattura, scontrino o che fanno di tutto per evitare di pagare le tasse. Forse a causa della crisi economica che oramai da diversi anni attanaglia il nostro paese, e non solo, forse a causa delle incessanti raccomandazioni che oramai giungono dai media, l’evasione fiscale è oramai vista come un comportamento socialmente inaccettabile.
A dimostrarlo vi sono le circa 60 mila segnalazioni giunte sino ad ora al numero 117, il numero telefonico istituito dalla guardia di finanza per denunciare comportamenti illeciti. Un numero abnorme se confrontato alle 32 mila segnalazioni effettuate nel 2011 o alle circa 28 mila telefonate fatte nel 2010.
I dati inerenti le segnalazioni effettuate mostrano comunque che la crescita delle telefonate è spalmata in modo uniforme sul territorio. Anche se molte regioni del sud fanno segnare percentuali di crescita a doppia cifra ( in media l’aumento delle “soffiate” è stato di circa l’80 %, gli aumenti più consistenti si sono avuti in Campania, più 140 % rispetto al 2012, e Toscano dove l’aumento è stato di circa il 135 % rispetto all’anno precedente).
Secondo la Guardia di Finanza l’aumento delle segnalazioni è dovuto ad un crescente senso di legalità da parte dei cittadini italiani, aiutati anche dai recenti provvedimenti legislativi. Inoltre, chi non emette il relativo documento fiscale, viene adesso percepito come un soggetto che sottrae risorse al bilancio pubblico e non contribuisce adeguatamente a finanziare i servizi di cui peraltro fruisce.
Si ricorda inoltre che le comunicazioni fatte al 117 non potranno successivamente essere utilizzate per procedimenti di contestazione e violazioni amministrative qualora non si forniscano i dati anagrafici. E’ quindi importante rilasciare le generalità, con la garanzia che queste verranno trattate nel rispetto della legge sulla privacy. Inoltre le segnalazioni possono anche riguardare altri tipi di comportamenti fraudolenti, oltre a quello di non emettere il documento fiscale ( ad esempio illeciti inerenti l’erogazione di carburante o altro).

Commenti (1)

I commenti sono disabilitati.