Il nuovo software per l’imposta sulle assicurazioni

di Simone Commenta

Il modello fiscale per denunciare l’imposta sulle assicurazioni è stato approvato da ben due mesi, visto che questo via libera risale addirittura allo scorso 29 dicembre: a completare il quadro, ora, ci ha pensato la nostra amministrazione finanziaria, la quale ha reso disponibile sul proprio sito internet l’apposito software da sfruttare per compilare i dati in questione, senza dimenticare ovviamente il loro successivo controllo e invio. Il prodotto, poi, si riferisce all’anno attualmente in corso. Il debutto ufficiale avverrà grazie alle società che hanno sede nel territorio dell’Unione Europea, le quali avranno tempo fino al prossimo 29 febbraio per inviare e comunicare tutte quelle informazioni che si riferiscono allo scorso mese di gennaio.
BOLLO AUTO: 170 MLD NEL 2011 PER L’AUTOMOBILE
C’è anche da aggiungere, comunque, che le denunce tributarie relative al 2012 e che sono state trasmesse mediante il vecchio pacchetto informatico rimarranno valide in tutto e per tutto. In effetti, la stessa Agenzia delle Entrate non cancellerà il modello e il software che sono stati utilizzati da diverso tempo e che ora potrebbe essere definito “obsoleto”, ma si potrà fare riferimento ad essi per le denunce a cadenza annuale che riguardano gli anni precedenti al 2011; inoltre, saranno valide anche le denunce a cadenza mensile che sono state presentate dalle compagnie assicurative di nazionalità estera e che operano nel nostro paese in libera prestazione di servizi (gli anni in questione sono quelli precedenti al 2012).

ASSICURAZIONI: SCADE DOMANI IL TERMINE PER LE IMPOSTE SUI PREMI

Lo stesso discorso vale anche per le denunce di quei contraenti di nazionalità italiana che hanno siglato una assicurazione con una società estera che non ha sede all’interno dell’Unione Europea (gli anni sono ancora una volta quelli che hanno preceduto il 2012). Che cosa c’è da dire, infine, per quel che concerne l’adempimento che avrà luogo ogni anno? La data che non bisogna dimenticare è il 31 maggio, giorno entro il quale occorre comunicare al Fisco l’importo totale dei premi incassati nell’anno.