Imu, in arrivo la seconda rata

di Francesco Commenta

Mentre il 2012 si proietta verso i suoi ultimi mesi, i contribuenti e le famiglie italiane cominciano già a pensare al bilancio di fine anno, su cui graverà in maniera incisiva la nuova tassa sulla casa chiamata IMU. La seconda rata dovrà essere versata entro il 16 dicembre prossimo e già ora le previsioni vedono l’ennesima “stangata” sulle famiglie italiane, già piegate dalla crisi dell’economia globale.

Gli importi medi più elevati si registrano a Bologna (293 euro) Milano (269 euro) e Genova (227 euro) e le differenze tra abitazioni di periferia e di centro città sono oltre il 50%. La seconda rata dell’IMU, secondo la CGIA di Mestre, sfiorerà 877.000 proprietari di prima casa. Secondo le condizioni iniziali l’IMU poteva essere versato indifferentemente in due o tre rate. Secondo i dati raccolti, solo il 5,5% dei contribuenti ha deciso di versarlo in tre soluzioni, mentre la maggior parte delle famiglie e dei soggetti interessati ha scelto la soluzione a doppia rata, che per il maggior tempo riesce a far esporre in maniera inferiore i contribuenti (anche se le rate sono maggiorate rispetto alla soluzione alternativa).

Il versamento dovrà essere fatto sulla base delle aliquote definitive che verranno pubblicate entro il 30 settembre prossimo. Ricordiamo inoltre che le aliquote sono scelte direttamente dal comune interessato e per questo da zona a zona le differenze potranno essere anche molto marcate, a seconda delle decisioni delle amministrazioni locali. Secondo un’altra ricerca della CGIA Mestre inoltre gli importi saranno molto diversi anche tra capoluoghi e comuni della stessa provincia, di oltre il 60%.