Fondi di solidarietà: i nuovi modelli per l’assegno straordinario

di Simone 2

 Il messaggio numero 1732 dell’Inps ha avuto come oggetto la pubblicazione dei nuovi modelli di domanda di assegno straordinario che viene di solito erogato dai Fondi di Solidarietà di settore. In pratica, si sta facendo riferimento al ventottesimo comma dell’articolo 2 della Legge 662 del 1996 (“Misure di razionalizzazione della finanza pubblica”). Come ha spiegato opportunamente l’ente previdenziale, dal sito web ufficiale è possibile compilare ed effettuare il download dei nuovi modelli in questione, il tutto direttamente dalla sezione dedicata alla modulistica e all’assicurato-pensionato.

La dicitura utile per quel che concerne tali documenti è quella di “domanda di assegno straordinario da erogarsi in forma rateale”. A questo punto, bisogna effettuare alcune distinzioni importanti in merito al fondo stesso. Andiamo per ordine. C’è anzitutto il fondo per il perseguimento delle politiche attive a sostegno del reddito e dell’occupazione per il personale di società che appartengono al gruppo Ferrovie dello Stato. La norma di riferimento in questo caso è il Decreto Ministeriale 510 del 2009. Si prosegue poi con il fondo di solidarietà per il sostegno di reddito, occupazione e la riconversione e riqualificazione del personale che è addetto al servizio di riscossione per quel che riguarda i tributi erariali.

Un altro fondo molto importante è quello per sostenere il reddito, l’occupazione e la riqualificazione del personale dipendente delle imprese di credito cooperativo. In aggiunta, l’Inps ha pensato anche ai fondi di solidarietà destinati al personale che è alle dipendenze delle imprese di credito e delle imprese assicuratrici. In quest’ultimo caso, in particolare, è necessario fare riferimento a un testo normativo ben preciso, ovvero il Decreto Interministeriale numero 33 del 2011. In effetti, si tratta proprio del regolamento che è stato emanato per disciplinare il fondo in questione. Tutti gli interessati dovranno semplicemente accedere al portale dell’Istituto e seguire le relative istruzioni, in modo da beneficiare da subito delle novità in tema di assegno straordinario.

Commenti (2)

I commenti sono disabilitati.